L’evento si terrà in Ostuni presso la sala congressi dell’Hotel Monte Sarago i giorni 24 e 25 maggio 2019 dal titolo: Trattamenti integrati ed Imaging Guidati in Medicina Interna e Oncologia.

La diagnostica e il trattamento, sia medico che chirurgico, delle neoplasie solide hanno subito, negli ultimi anni, una profonda evoluzione dettata dall’irrompere di tecniche di imaging e di farmaci innovativi che hanno di fatto cambiato la prognosi di alcuni tumori. L’affermarsi di nuove molecole in campo farmacologico, sia nel trattamento delle malattie epatiche croniche che nella terapia di supporto, ha permesso di ridurre l’insorgenza di neoplasie e di migliorare la qualità di vita del paziente.

Nella diagnostica ecografica, l’avvento dei mezzi di contrasto di seconda generazione ha rivoluzionato il vecchio concetto di ecografia al punto che le linee guida europee considerano l’ ecografia con mezzo di contrasto (CEUS) un’indagine di primo livello per la diagnosi differenziale tra lesioni benigne e maligne. L’evoluzione dell’imaging ha di fatto incrementato le possibilità terapeutiche di molti tumori solidi sia permettendo diagnosi più precoci, sia di ausilio a tecniche chirurgiche miniinvasive o locoregionali.

Il successo ottenuto con le pratiche interventistiche, sia in ausilio che in sostituzione della chirurgia, ha permesso di aprire nuove frontiere di trattamento con applicazioni anche in settori diversi da quelli dell’epato-oncologia. La recente introduzione sul mercato di farmaci anti-angiogenici e la sperimentazione di altre molecole nell’ambito di trial clinici hanno dimostrato di aumentare la sopravvivenza anche nei casi di pazienti con tumori considerati inoperabili o privi di indicazione al trattamento con altre tecniche interventistiche a disposizione.

La diagnostica e la terapia sia in campo internistico che oncologico richiedono una stretta collaborazione tra epatologo, internista, radiologo interventista, infettivologo, oncologo, chirurgo e personale infermieristico al fine di avere una visione globale del singolo paziente e di offrirgli il miglior trattamento possibile atto a determinare un prolungamento della sopravvivenza o, in alternativa, una migliore qualità di vita. Argomento del congresso sarà inoltre, alla luce dei risultati ottenuti con le nuove terapie contro il virus C (DAA), l’eradicazione del virus C nella logica delle conseguenze che tale eradicazione potrà rappresentare in termini di riduzione dell’HCC.

Il convegno si propone di riunire team multidisciplinari composti da esperti di chiara fama e operatori locali del settore al fine di ottimizzare percorsi diagnostici e terapeutici e creare la giusta osmosi culturale tra specialità e interazione con un uditorio formato da medici specialisti internisti, gastroenterologi, infettivologi, radiologi, oncologi, chirurghi, medici di medicina generale e da personale infermieristico infermieristico.

L’evento congressuale che si terrà in Ostuni presso la sala congressi dell’Hotel Monte Sarago i giorni 24 e 25 maggio 2019 dal titolo: Trattamenti integrati ed Imaging Guidati in Medicina Interna e Oncologia.

L’apertura Congressuale sarà alle ore 8.45 del giorno 24 maggio con l’intervento previsto del Direttore Generale ASL BR, del Direttore Sanitario ASL BR, del Rappresentante della Regione Puglia, del presidente dell’Ordine dei Medici Di Brindisi. Nel Corso della due giorni Congressuale interverrà, inoltre, il rettore dell’Università degli Studi di Bari.

Si tratta della III edizione organizzata dal dott. Pietro Gatti, quest’ultima in collaborazione con i Colleghi del reparto di Medicina Interna di Ostuni, per mettere a confronto le diverse professionalità in campo internistico-oncologico e si avvale del prestigioso patrocinio della Rete Oncologica Pugliese, nonché degli enti che tanto si stanno adoperando nella attivazione dei percorsi oncologici multidisciplinari quali la Regione Puglia e l’AReSS. A fianco degli enti istituzionali locali quali ASL BR e Ordine dei Medici di Brindisi, l’evento congressuale si avvale anche del patrocinio culturale dell’Università degli Studi di Bari che di per se costituisce una validazione scientifica all’evento stesso.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.