Nei report della provincia di Brindisi è emersa la necessità di intervenire sul cavalcavia della stazione di Ostuni che presenta travi con ferro in cattivo stato a cui si aggiunge anche un costante cedimento di parte di cemento.

La provincia di Brindisi sta investendo 150.000 € per il cavalcavia della stazione ferroviaria di Ostuni lungo la provinciale che collega la città bianca a Villanova. In questi giorni la stazione unica appaltante sta valutando le offerte per aggiudicare l’appalto.

Le prime verifiche hanno portato ad una proposta di aggiudicazione ad un consorzio di imprese della Campania: “Consorzio stabile marr s.c.ar.l.”. I lavori, come si legge nel progetto consisteranno: «nella rimozione completa delle parti ammalorate dal calcestruzzo e nel trattamento dei ferri di armatura, nel ripristino del cemento armato degradato con idonee malte cementizie additivate e protezioni delle parti trattate con pitture speciali».
Durante le opere, che dureranno almeno quattro mesi, non sarà chiusa la circolazione lungo la provinciale Ostuni-Villanova, ma il traffico sarà regolamentato per ragioni di sicurezza per il cantiere.

Dopo i fatti di Genova dello scorso agosto, gli enti ad ogni livello hanno attivato una serie di controlli sull’infrastruttura: nei report della provincia di Brindisi è emersa la necessità di intervenire sul cavalcavia della stazione di Ostuni che presenta travi con ferro in cattivo stato a cui si aggiunge anche un costante cedimento di parte di cemento. In ogni caso non sono mai emersi problemi di staticità dell’infrastruttura. Ultimate le procedure per assegnare l’appalto non è escluso che già a metà aprile possono partire i lavori.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.