Caldaia in tilt, sistemi di accensione non perfettamente funzionanti: disagi per il freddo sono stati segnalati in alcune scuole di Ostuni.

In particolare i problemi si sono verificati nell’edificio di via Ludovico Pepe, San Carlo Borromeo e nella scuola elementare Giovanni XXIII.

Tempestivo l’intervento dei tecnici, delegati dal comune, per ripristinare il guasto che per alcune ore hai impedito l’accensione dei riscaldamenti in diverse classi di scuola elementare e media. Chiarimenti sull’accaduto e rassicurazioni per un controllo costante della perfetta funzionalità degli impianti, sono giunti questa mattina dal sindaco Gianfranco Coppola e dell’assessore ai Lavori Pubblici Francesco Palmisano, attraverso i social.

“La ditta manutentrice ha parlato di sbalzi di corrente che causerebbero tali blocchi. Domattina alle 07:00 saranno pronti ad intervenire montando uno stabilizzatore di corrente se dovesse ripetersi il blocco per lo stesso motivo”. Così il primo cittadino di Ostuni.

“Il mancato avvio delle caldaie nelle primissime ore della mattinata è un evento che, nonostante gli interventi preventivi (eseguiti nelle giornata di sabato), si sta ripetendo con una frequenza a dir poco anomala, seppure sia noto che le basse temperature notturne (in grado di solidificare l’acqua all’interno degli impianti) contribuiscono al suo manifestarsi.

Proprio ieri, ad abbundantiam, l’interruzione della fornitura di energia elettrica ha ulteriormente contribuito a mandare in blocco (questa volta per ragioni di natura elettrica/elettronica) le caldaie.

Tanto nella giornata di ieri, quanto in quella odierna, la ditta affidataria della manutenzione degli impianti termici è al lavoro costantemente per riportare la situazione ad una soddisfacente condizione di regime. Gli episodi accaduti anche questa mattina, in un paio di scuole sono stati rapidamente risolti. Ad horas, tutte le scuole sono perfettamente riscaldate.

Mi scuso con tutti i fruitori delle strutture scolastiche, compresi gli operatori scolastici tutti per i disagi ricevuti, ma, nel contempo, voglio rassicurarli affermando che la situazione è sotto monitoraggio.Buon lavoro”.

È stata questa la spiegazione sugli episodi che ha fornito l’ingegnere Francesco Palmisano.

POTRESTI ESSERTI PERSO: