Pubblicità
Farmacia Matarrese estate 2020 Ostuni
Pubblicità

Potrebbe diventare un parcheggio 12 mesi l’anno. Oppure un contenitore per attività sociali e culturali. L’anfiteatro all’aperto, nel comune di Ostuni, il “Foro Boario”, pronto ad essere concesso ai privati, per 10 anni.

L’amministrazione comunale della Città bianca, dopo averlo inserito tra i beni alienabili, ha deciso infatti, di affidare con una concessione pluriennale, l’ampia area a valle del centro storico della Città bianca, in passato oggetto di scavi archeologici. E’ stata, infatti, approvata una delibera di giunta che anticipa la pubblicazione di un bando pubblico e definisce i possibili usi, ed i parametri da rispettare per chi vorrà diventare gestore dell’area.

I concessionari potranno essere singoli o associati fra loro; da realizzare eventi o spettacoli, parcheggi, o attività culturali e sociali; 30 mila euro annui la base d’asta, come canone da pagare al comune di Ostuni; avrà un punteggio più alto, nella graduatoria delle proposte, l’offerta economica che garantirà anticipi nelle annualità ed in particolare in corrispondenza della sottoscrizione della convenzione, il comune ha inserito come clausola anche quello di avere a disposizione il Foro Boario per 10 giornate all’anno, senza onere per l’Ente: sono questi gli elementi da cui si dovrà partire per produrre la proposta da candidare alla selezione pubblica. Fissati questi punti, l’amministrazione nelle prossime settimane disporrà il bando per la concessione pluriennale, auspicando la partecipazione di più soggetti e proposte per l’anfiteatro

. Già utilizzato come area di sosta durante l’estate, il Foro Boario potrebbe, raddoppiare o triplicare il periodo dell’anno di attività su questo fronte. Ancora prematuro ipotizzare l’eventuale interesse da parte di privati e di chi in particolare potrebbe ritenere funzionale alla propria attività l’anfiteatro all’aperto della Città bianca, che si trova a poche decine di metri, da diverse strutture ricettive, tra b&b, dimore di charme e hotel, ma anche ristoranti ed il cinema Teatro Roma, e quindi considerarlo appetibile come parcheggio tutto l’anno. Così come società strutturate, nel ramo d’investimenti immobiliari, potrebbero avanzare proposte per l’acquisizione, fase preliminare per un’eventuale successiva attività economica, come quella di un parcheggio con diversi servizi per l’intero centro storico.

Promozione Spazio Conad Mesagne
Orari Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne
Orari Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne
Orari Conad Mesagne

La scelta di rendere il “Foro Boario” come area di sosta, a pagamento, per i veicoli risale all’agosto del 2015, quando l’appena insediata giunta tecnica, nata dall’accordo politico trasversale tra il Pd ostunese ed il centrodestra, decise di utilizzare il contenitore culturale sotto le mura della città, come parcheggio per decongestionare il traffico. Da allora ogni estate il comune inserisce questa area tra quelle individuate per svolgere questa attività economica.

Nel recente passato il Foro Boario è stato utilizzato come location per i concerti, o per eventi dedicati alle scuole. Si tratta di uno spazio di oltre 10 mila metri quadri, nella cui zona, diversi anni fa sono stati effettuati degli scavi archeologici che hanno fatto emergere piccole tombe risalenti a IV a.c. Ipotizzati anche dei progetti di riqualificazione da parte del comune, valorizzando la storia dei luoghi, che non hanno trovato, però, mai effettiva realizzazione. Dal prossimo futuro si cambia: saranno i privati eventualmente a ristrutturare la zona, gestire gli spazi, e provando anche a generare profitti economici tutto l’anno.

POTRESTI ESSERTI PERSO...