Pubblicità
Farmacia Matarrese estate 2020 Ostuni
Pubblicità

Revocata la procedura di gara: è corsa contro il tempo per affidare il servizio mensa scolastica nelle scuole materne ed elementari di Ostuni.

L’ipotesi più probabile al momento è che a gestire le attività sia la cooperativa “Penelope”, che fino al maggio scorso, ha garantito il servizio negli edifici scolastici di Ostuni.

Il vecchio gestore, scaduto il primo appalto nel 2017, aveva avuto un primo anno di proroga nell’anno scolastico scaduto il 31 maggio 2018. A luglio il comune di Ostuni aveva deciso di avviare le procedure per un appalto di 12 mesi, in attesa che potesse essere indetta la gara per un affidamento più lungo, di 4 anni.

Dopo le prime valutazioni, però, l’amministrazione ha deciso di revocare quel provvedimento, a causa di un tempo ristretto per procedere all’assegnazione: si paventava il rischio di non concludere l’iter, entro il primo ottobre, giorno d’apertura della mensa scolastica nella Città bianca.

Di qui l’esigenza, così, di predisporre un’alternativa. Tra le opzioni delle ultime ore, che potrebbero concretizzarsi a stretto giro, l’assegnazione del servizio al vecchio gestore, che avrebbe documentazione, ed ogni strumento necessario, compreso la forza lavoro, per poter in tempi ristretti, far partire le attività senza creare disagio alle famiglie già dal primo giorno di ottobre. Non cambierà la formula di prenotazione dei pasti, che continuerà ad essere elettronica, con il pagamento che avverrà tramite una procedura pre-pagata. Una modalità che ha suscitato alcune perplessità da parte delle famiglie negli anni scorsi, tra acquisti dei ticket e le comunicazioni per le assenze degli alunni: l’amministrazione comunale, però, ha ritenuto valido continuare con l’informatizzazione del servizio. Saranno in tutto 42 le classi a tempo pieno, tra i vari istituti della Città bianca, che usufruiranno della mensa: ogni bambino pagherà 1,25 euro al giorno per la consumazione dei pasti.

In questi anni, come certificato dai controlli da parte degli organi di controllo, su tutti Spesal e Sian (servizio igiene degli alimenti e della nutrizione) dell’Asl di Brindisi, le attività della mensa nella Città bianca, sono state considerate tra le migliori della provincia di Brindisi in termini di qualità dei servizi e dei prodotti offerti ai bambini. Nelle scorse settimane ci sono state alcune polemiche tra maggioranza e opposizione, nella Città bianca, sulla tempistica relativa alla procedura di gara.

Promozione Spazio Conad Mesagne
Orari Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne
Orari Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne
Orari Conad Mesagne

A difendere il procedimento, sindaco e assessore alla pubblica istruzione Antonella Palmisano; contrario alla direzione intrapresa dal comune il capogruppo del partito socialista Giuseppe Tanzarella.

Ora con la revoca della gara, e la riassegnazione al vecchio gestore, almeno per questo anno scolastico, le famiglie non subiranno nessuna modifica, né sui costi giornalieri del ticket, né sull’organizzazione generale del servizio.

 

POTRESTI ESSERTI PERSO...