Fra tre mesi la località costiera diventerà più sicura e confortevole, grazie a un progetto di riqualificazione che punta all’efficientamento energetico.

È stato firmato lunedì scorso (22 gennaio) dall’ing. Federico Ciraci, Dirigente del Settore LL.PP.e responsabile unico del procedimento, il contratto per l’affidamento dei lavori di riqualificazione e messa a norma dell’impianto di illuminazione presso Diana Marina. Uno dei villaggi più densamente abitati durante la stagione estiva, da diversi anni necessita di un intervento che renda più sicura e confortevole la praticabilità di vie e piazze interne, attualmente illuminate in maniera parziale a causa della rimozione di numerosi pali che costituivano una minaccia per l’incolumità pubblica.

A occuparsi dei lavori di scavo, installazione e messa in opera, sarà l’azienda De Sarlo SRL da Sava (TA), che si è aggiudicata la gara d’appalto con un progetto esecutivo che costerà alle casse comunali circa 60mila euro. Le strade dell’area costiera di Diana Marina saranno presto dotate sia di pali in acciaio zincato, che in vetro resina, in corrispondenza delle zone più esposte all’azione deteriorante della salsedine. La rotatoria principale ubicata all’ingresso del villaggio sarà illuminata con riflettori a ioduri metallici, mentre compaiono in alcuni punti fari a led, che rendono il nuovo impianto rispondente alle prerogative di efficientamento energetico poste in indirizzo dall’assessore ai Lavori Pubblici, Francesco Palmisano.

«Fermo restando che un impianto d’illuminazione deve garantire sicurezza e quindi un’ottima qualità di visibilità – spiega l’ingegnere Palmisano – la gran parte dei corpi illuminanti previsti dal progetto originario saranno sostituiti con lampade a led di ultima generazione, per contenere i consumi energetici e aumentare la vita media dei componenti, riducendo di conseguenza gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria. Il progetto di riqualificazione è stato affidato a una ditta specializzata, la durata complessiva dei lavori è di 90 giorni, in modo da garantire ai tanti abitanti e frequentatori della località marina un servizio di illuminazione pubblica più sicuro e confortevole già a partire dalla prossima stagione estiva».

Comunicato Stampa – Comune di Ostuni

POTRESTI ESSERTI PERSO: