La Camera ha approvato a scrutinio segreto la nuova legge elettorale, il Rosatellum bis. I sì sono stati 375, i no 215. Durante la votazione nelle piazze di Roma si sono svolte svariate manifestazioni di protesta organizzate dalle opposizioni.

Di Maio (M5s): “Legge elettorale truffa, Italia non vi assolverà”

“Lasciate in eredità all’Italia una nuova legge truffa e per questo l’Italia non vi assolverà”. Lo ha detto Luigi Di Maio, candidato premier M5s e vicepresidente della Camera, nel corso della dichiarazione di voto finale sul Rosatellum bis. “La responsabilità – ha aggiunto – ce l’ha Gentiloni, la maggioranza, la Lega”. “State approvando in maniera antidemocratica una legge incostituzionale. Forse non ne siete consapevoli. La legge elettorale regola il funzionamento della democrazia, se la manometti hai manomesso l’intero architrave costituzionale”. “Noi in questa battaglia siamo più forti e quando la vinceremo, perché la vinceremo, non sarà solo la nostra vittoria, ma sarà la vittoria di tutte quelle persone che ci sostengono”. “State imponendo al Paese una legge elettorale che è materia cruciale per la nostra democrazia calpestando ancora una volta le prerogative del Parlamento. Ma è una storia già vista”. “A voi non solo piace vincere facile, ma anche giocare sporco”.

Brunetta (FI): “Questa legislatura fallimentare ora si riscatta”

“Questa legislatura poteva essere costituente ed invece è stata fallimentare. Ha ora una possibilità di riscatto” approvando la legge elettorale. Lo ha detto Renato Brunetta annunciando il sì “convinto” di Fi al Rosatellum 2.0 Brunetta ha sottolineato che “occorre una legge fatta in Parlamento non contro qualcuno ma condivisa dalla maggior parte delle forze politiche. Non esiste una legge che faccia perdere se hai i voti né che ti fa vincere se non li hai”. Brunetta si è poi rivolto a Si e Mdp che hanno sostenuto che il Rosatellum favorisce le larghe intese: “Non proiettate su di noi le nostre angosce, amici della sinistra. Noi vogliamo vincere le elezioni con centrodestra, senza inciuci, La gente per strada ce lo dice per strada: ‘state uniti’. Noi vogliamo parlare al Paese perché quel che conta è parlare al Paese: conta questo per vincere le elezioni e prendere i voti”.

Lupi (Ap): “Questa è una buona legge”

Il Rosatellum 2.0 “non è la legge migliore ma è una buona legge”. Lo ha detto in Aula Maurizio Lupi annunciando il sì dei 22 deputati di Ap. “Abbiamo lavorato insieme a una buona legge elettorale – ha detto – che mette insieme diversi valori. Il collegio uninominale è positivo sul piano del rapporto tra eletto e elettore; il secondo elemento che chiedevamo era la corretta rappresentanza della volontà degli elettori attraverso il proporzionale”, cosa che è stata accettata. “Noi chiedevamo la preferenza – ha ricordato – ma il fatto che i nomi del listino è scritto sulla scheda è un passo avanti. Il problema passa alla responsabilità dei partiti”. Infine è positivo che vi siano coalizioni che non sono però “uno strumento coercitivo, ma una scelta consapevole della politica”. “Nessuna legge elettorale è fatta contro – ha concluso – e nessuna garantisce un risultato. Il popolo è sovrano e l’intelligenza dei cittadini è legata alla serietà della proposta”

Speranza: “Mdp dice no: difendiamo la dignità del Parlamento”

“Difendiamo la dignità del Parlamento, questa legge è uno scempio inaccettabile che fa male a tutti noi”. E’ il duro attacco al Rosatellum bis di Roberto Speranza (Mdp), che ha poi criticato la fiducia: uno schiaffo al risultato del 4 dicembre, schiaffo nel metodo ma anche nel merito. “E’ un colpo di mano di questo esecutivo alla fine della sua legislatura – ha aggiunto -: autorizziamo un precedente pericoloso”. “Mdp non condivide questa legge”, ha poi ribadito -, è il tentativo di rendere sempre più debole il Parlamento”. I parlamentari infatti “saranno nominati da pochi capi di paritito, si abbassa così la qualità della nostra rappresentenza, la Camera sarà sotto ricatto nelle mani di pochi. Dire no al voto disgiunto vuol dire dire no alla scelta per gli elettori, una camicia di forza anche per i deputati”.

fonte: TgCom24

 

POTRESTI ESSERTI PERSO: