Cinema Teatro Roma
Cinema Teatro Roma
Pubblicità
Farmacia Matarrese Consegne a Domicilio Ostuni
Pubblicità
Pubblicità

Il contenitore di via Tanzarella Vitale ha una nuova proprietà, la società “Specchio Immobiliare” acquista l’immobile e ribadisce il contenitore resterà con la destinazione culturale.

Il Cinema Teatro Roma di Ostuni ha una nuova proprietà, è la nuova società “Specchio Immobiliare” cose a Fasano ad annunciare l’acquisto dell’immobile di Via Tanzarella Vitale  e della società Cinema Teatro Roma SRL. La garanzia che la struttura resterà attiva come contenitore culturale della città arriva direttamente dalla nuova proprietà che ha diramato la nota stampa che vi riportiamo.

20 settembre 2017: Specchio Immobiliare SRL annuncia l’acquisizione della società Cinema Teatro Roma Srl di Ostuni, proprietaria dello storico teatro ubicato nella Città Bianca edificato nel 1940 e già denominato Teatro Petraroli.  Specchio Immobiliare, con sede in Fasano, controllata dall’imprenditore René de Picciotto, è una società costituita nel 2013 che opera nel settore turistico, dove ha effettuato negli ultimi anni alcuni investimenti immobiliari.

Ha recentemente avviato una struttura ricettiva extra alberghiera in agro di Fasano nei pressi della masseria fortificata Pettolecchia.  Attraverso l’acquisizione della società Cinema Teatro Roma Srl, la Specchio Immobiliare intende avviare la diversificazione delle proprie attività nel campo turistico sia dal punto di vista territoriale, con l’approdo ad Ostuni, che della tipologia dell’offerta.

La nuova proprietà garantirà la continuità dell’offerta culturale di cinema e teatro ai cittadini ostunesi attraverso la consolidata collaborazione con il comune di Ostuni e con la società dei F.lli Sumerano, che gestisce la sala di proiezione da un lustro. Il progetto di sviluppo prevede lo sfruttamento delle potenzialità dell’immobile ubicato nel cuore della Città Bianca, a pochi passi da Piazza S. Oronzo, per contribuire ad iniziative volte alla destagionalizzazione dell’offerta turistica trasformando l’attuale teatro in una sala polifunzionale da destinare ad attività convegnistica, di intrattenimento e pubblico spettacolo in genere.