Musica il sabato consentita fino alle 3 sulla costa. Nel centro urbano, invece, il limite massimo sarà le 2: questi i nuovi orari per la movida della Città bianca a partire da questo week end.

Dopo i controlli degli ultimi fine settimana e le istanze giunte dagli operatori commerciali della Piazza e del litorale, l’amministrazione comunale di Ostuni ha emesso l’ordinanza che disciplina le emissioni sonore in tutto il territorio. Diversificati gli orari in base ai giorni ed alle aree. Più tolleranza durante i giorni più caldi del divertimento, venerdì e sabato. Dalla domenica al giovedì, invece, si cambia: fino all’1 al mare, le 24 in città. Nelle vigilie e nelle festività infrasettimanali sarà valido l’orario prolungato del venerdì e sabato. E’ questo il compromesso scelto dalla maggioranza del sindaco Gianfranco Coppola per cercare di venire incontro sia alle esigenze dei titolari di attività, ma anche dei residenti e turisti che soggiornano nel borgo antico e nelle diverse località sulla costa. Un rapporto spesso conflittuale tra le parti che già nelle scorse settimane ha portato alle verifiche ed alle sanzioni nel centro storico, per la violazione del norme in vigore, prima dell’emissione dell’ordinanza. Un provvedimento che avrà validità fino al 15 settembre prossimo.

Controlli che saranno eseguiti dai vigili urbani ma anche dalle altre forze dell’ordine, che in qualsiasi istante potranno intervenire, eventualmente, per sanzionare coloro i quali non si atterranno alle misure previste nell’atto formale del comune di Ostuni. Nel caso un pubblico esercizio venga sanzionato per due infrazioni successive come disturbo alla quiete pubblica, tale ordinanza non verrà più applicata per l’intero periodo all’attività sanzionata. «Le manifestazioni musicali organizzate dai gestori dei pubblici esercizi, insieme a tutte le altre attività inserite e non nel calendario delle iniziative Ostuni Estate 2017, consentendo una visibilità a livello nazionale della nostra città, oltre a rappresentare un veicolo di promozione del territorio di indubbio valore, concorrono al raggiungimento dell’obiettivo istituzionale di miglioramento dell’offerta turistica, a tutto vantaggio dell’economia locale». Sono state queste le motivazioni dell’amministrazione comunale come si legge nell’ordinanza, che hanno indotto, nel week end -dove si registra il maggior numero di manifestazioni, ma anche di affluenza in piazza della Libertà, nei vicoli del centro storico, e sulla costa- ad allungare l’orario per le esibizioni e la diffusione di musica live all’esterno dei locali.

Nel primo week di giugno forze dell’ordine in piazza, dopo una serie di segnalazioni giunte da cittadini per rumori molesti provenienti dalla movida, ed in particolare dal borgo antico. E durante questi controlli venne accertata la responsabilità di alcuni proprietari, a cui sono stati notificati pesanti verbali di oltre  500 euro. In campo poliziotti, coordinati dal commissario Gianni Albano, vigili urbani con il maggiore Maurizio Nacci, e personale delle Fiamme gialle guidati dal capitano Gerardo Chiusano. In un caso musica ad alto volume accertata in piazza della Libertà alle 2:15, ben oltre il limite consentito di allora che erano le 24. Da questa sera si cambia con la nuova disciplina, e la musica che dovrà essere comunque contenuta entro i decibel previsti dalle norme antinquinamento acustico.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

1 commento

Comments are closed.