La comunità di Ostuni vicina alle popolazioni terremotate. In più occasioni nelle ultime settimane rappresentanti istituzionali e mondo dell’associazionismo della Città bianca hanno visito le zone colpite dalla grave tragedia che ha interessato più comuni del centro Italia.

Ogni visita è stata accompagnato dalla consegna di un contributo economico per alleviare, seppur in parte, le grandi sofferenze delle comunità laziali e marchigiane. L’associazione Cavalcata di Sant’Oronzo ha visitato il comune di Arquata del Tronto, in provincia di Ascoli Piceno, ed ha consegnato l’intero incasso della raccolta fondi avvenuta durante le feste patronali di oltre 1500 euro. Presenti nelle Marche, tra i luoghi simbolo della tragedia dello scorso agosto il presidente dell’associazione Giuseppe Bagnulo ed il delegato del direttivo Luca Rizzo. «È’ stata una giornata ricca di emozioni, riuscita grazie al sacrificio di tutti i componenti dell’associazione Cavalcata di Sant’Oronzo.

Abbiamo portato il nostro contributo e la solidarietà dell’intera nostra comunità al Comune di Arquata del Tronto, che riunisce altri 14 piccolissimi centri, tutti- dichiara Bagnulo – gravemente danneggiati dal terremoto dello scorso agosto. Siamo stati accolti dal Sindaco Aleandro Petrucci, ed insieme al personale della Protezione Civile, abbiamo visitato parte del territorio interessato. Abbiamo potuto notare piccoli segni di ripresa ma ancora c’è molto da fare». Solidarietà, tradizione con la festa patronale di Ostuni, ma anche speranza per ridare forza alle popolazioni. «Quello che più ci ha colpito è la forza d’animo della gente del posto, che laboriosamente si adopera per tornare alla tranquillità, con orgoglio e tenacia. Con un piccolo gesto, abbiamo voluto –dichiara il presidente Giuseppe Bagnulo- far sentire loro la vicinanza della nostra associazione, nella speranza di poter alleviare il loro dolore»

POTRESTI ESSERTI PERSO: