Funerali Piero Lacorte
Funerali Piero Lacorte
Pubblicità
Farmacia Matarrese estate 2020 Ostuni
Pubblicità

Si sono celebrati questa mattina in Cattedrale ad Ostuni, i funerali del dott. Pietro Lacorte, già sindaco di Ostuni e fondatore del Villaggio SOS presente nella Città Bianca.

Dopo la veglia funebre che si è tenuta nella sala conferenze del villaggio sui colli di Ostuni nella serata di ieri, questa mattina, la cittadinanza ha reso omaggio al dott. Lacorte.

Diversi gli esponenti che hanno partecipato, dal mondo politico a quello associazionismo, tra gli altri il sindaco di Ostuni Gianfranco Coppola, il presidente del Consiglio Comunale Angelo Melpignano e il comandante dei Vigili Urbani Maurizio Nacci. La funzione religiosa è stata officiata dal vescovo della diocesi di Brindisi – Ostuni, Mons. Domenico Caliandro e dall’assistente spirituale del MEIC Triveneto don Marcello Milani.

In una nota il ricordo di Pierino Lacorte da parte del presidente dell’Associazione Medici Cattolici, prof. Filippo Maria Boscia.

Con profondo dolore e commozione partecipo al dolore per la scomparsa del dott. Pietro Lacorte, vicepresidente Sibce per tantissimi anni e con il quale ho avuto la fortuna e il piacere di collaborare. Di lui ricorderò sempre le grandi doti umane, la dedizione alla professione medica, la vivace intelligenza, la propensione all’aggiornamento continuo, la sua grande forza d’animo e il suo impagabile attivismo”.

Ad affermarlo, in una nota, e’ il prof. Filippo Maria Boscia, presidente nazionale Amci (Associazione nazionale medici cattolici), il quale aggiunge:

La Città Bianca saluta il dott. Piero LacorteL’ho visto per l’ultima volta qualche mese fa in occasione del suo 90esimo compleanno, vivace più che mai, sempre proteso verso impegni culturali, mai disgiunti da sussidiarietà, solidarietà e grande resilienza”. ‘Non siamo mai abbastanza grandi, né nel pensiero, né nei desideri, ma siamo e saremo sempre capaci di investire la parte più nobile della nostra vita in pensieri creativi’, questo è ciò che Pierino diceva spesso”.

E’ davvero ammirevole vedere come lui sia stato capace di realizzare sempre, in ogni età della sua vita, sogni ambiziosi e di grande carità, come le sue “case famiglia”, il Villaggio SOS di Ostuni e la recente progettata opera di ‘una casa dopo di noi’ per il sostegno delle innumerevoli fragilità, orfane di assistenza. Proprio per quest’ultima opera ad ognuno di noi aveva chiesto un contributo, da tutti con gioia corrisposto”, si legge ancora nella nota. “Lui si è sempre impegnato soprattutto in quegli spazi di periferia sociale, dove molta gente soffre senza speranza e senza futuro. Con questi sentimenti lo ricordo ad ognuno di voi, elevando al Signore preghiere per la sua anima eletta”.