La cerimonia religiosa sarà animata dai volontari dell’associazione presso la Madonna del Pozzo

La comunità ostunese festeggia sabato prossimo 24 ottobre, San Luigi Guanella, sacerdote e religioso che nel corso della propria vita (1842 – 1915) si pose al servizio della carità e si spese a favore dei bisognosi.

Nella Città Bianca, la cerimonia religiosa presieduta da Don Massimiliano Morelli, si svolgerà presso la Chiesa Madonna del Pozzo e sarà animata dai volontari del gruppo Unitalsi di Ostuni. Alle 17,30 è prevista la recita del Santo Rosario; alle 18 la Santa Messa.

Grazie alla  preziosa collaborazione il superiore emerito dei guanelliani, Don Nino Minetti e con Don Piero Lippoli dell’Istituto Sacro Cuore – Opera Don Guanella di Fasano, al termine della celebrazione sarà possibile baciare la reliquia di San Guanella.

San Luigi Guanella, infatti, è stato eletto compatrono dell’associazione Unitalsi insieme a San Pio X.

La decisione della Congregazione per il culto divino e la disciplina dei sacramenti, è motivata dal ricordo del pellegrinaggio a Lourdes di Gianbattista Tomassi (fondatore dell’Unitalsi) del 1903 al quale partecipò anche il Santo Don Luigi Guanella e dalla comune missione di carità verso le sofferenze del prossimo. Elementi che accomunano San Luigi Guanella e l’Unitalsi.

Per l’Unitalsi di Ostuni è la tradizionale celebrazione che apre l’anno pastorale con la consegna delle linee guida consigliate dalla presidenza nazionale. Il sussidio proposto dalla presidenza nazionale si intitola proprio “Misericordiamoci: voce del verbo Gesù”, un libretto curato da Don Danilo Priori, Francesca Mussati e Laura Di Fabio.

Riconosciute le virtù e la santità della vita di Don Luigi Guanella, nel 1964 Papa Paolo VI lo dichiarò Beato, mentre nel 2011 giunse la santificazione da parte di Papa Benedetto XVI.

Il cardine della spiritualità di San Luigi Guanella, anima della sua azione di carità, è “l’esperienza, nella fede, di un Dio che è Padre di tutti e non dimentica né emargina nessuno, esperienza che si traduce in una concreta e illimitata fiducia nella Divina Provvidenza”. Sono basilari anche le sue devozioni al Sacro Cuore di Gesù e alla Beata Vergine Maria.

 

POTRESTI ESSERTI PERSO: