La Casa della Musica di Ostuni, premiata alla prima edizione del Premio Regionale di Architettura IN/ARCH-ANCE PUGLIA 2014. Sono stati infatti premiati i progettisti del ex carcere e caserma dei vigili del fuoco della Città Bianca. Si tratta degli Arkitetti Flore & VeCASA DELLA MUSICAnezia – Angelo Cariulo. Il Centro di Aggregazione Giovanile Polivalente “Casa della Musica”, è stato commissionato dal comune di Ostuni all’azienda vincitrice del bandoEdil Costruzioni Quarta Srl.

La Giuria ha sottolineato la capacità di rispondere a un encomiabile programma volto alla rifunzionalizzazione di una edificio degradato (una caserma) tramite un’architettura al tempo stesso misurata nel linguaggio e pienamente rispondente alla volontà di costruire un luogo urbano dedicato alla cultura.

CASA DELLA MUSICA.jpg2La casa della musica si apre alla città, non più carcere, caserma, caratterizzati da muri alti che rendevano impenetrabile lo spazio, ma perimetro e quinta di una piccola piazza, agorà, luogo di scambio per la cultura giovanile.
Il progetto vuole recuperare e ridefinire gli spazi esistenti, ritmando le priorità, senza gesti eclatanti, ma senza atteggiamenti dimessi. Lo spazio polivalente per mostre e concerti si apre verso la piazza e ne mantiene la scansione delle pavimentazioni, lo spazio aperto che attraverso la grande vetrata intravede e dialoga con il fermento delle esposizioni.
Nella biblioteca stretta e lunga coperta da volta a botte vengono riaperte le bucature ad arco che negli anni, a seconda degli usi, venivano tamponate, modificate. Si ripropone così il passo irregolare di un’architettura non progettata, auto- costruita, di un’architettura al margine, che proprio per questo va tenuta in massima considerazione.

POTRESTI ESSERTI PERSO: