mercoledì, febbraio 21, 2018

Ostuni: eleva un muro e si appropria di un vano dell’abitazione contigua, denunciato.

I Carabinieri della Stazione di Ostuni, al termine di attività d’indagine scaturita dalla denuncia presentata da una 40enne del luogo, hanno deferito in stato di libertà, per il reato di invasione di terreni o edifici, F.F. classe 1960 di Ostuni.

L’attività investigativa espletata anche attraverso l’esame dei titoli di proprietà e delle visure storiche catastali degli immobili, reperite presso i competenti uffici, ha permesso di accertare che l’uomo mediante la costruzione di un muro, si è appropriato di un vano dell’abitazione attigua appartenente alla denunciante, annettendolo arbitrariamente alla sua proprietà, senza averne titolo.


Pubblicità Elettorale Committente Responsabile Marco Fanelli

I fatti sono venuti alla ribalta allorquando la proprietaria ha fatto sostituire la serratura della porta d’ingresso difettosa, nella circostanza si è accorta che la sua abitazione, utilizzata saltuariamente come seconda casa di campagna, si era ridimensionata.

La 40enne non si era accorta delle opere murarie che il vicino aveva man mano edificato, e che, dopo averle erette, le aveva anche intonacate e tinteggiate. La disposizione dell’art. 633 del codice penale “invasione di terreni o edifici”, è finalizzata a tutelare l’inviolabilità e l’integrità della proprietà immobiliare, specificatamente intesa come diritto d’uso e godimento di tali beni.

Ostuni, la Polizia lo becca durante un furto e lo arresta

Inconsapevole di essere monitorato, ha rubato diverse transenne della pubblica amministrazione sotto al naso dei poliziotti. Non solo, gli agenti lo hanno sorpreso anche in possesso di una betoniera, 30 tubolari in ferro per impalcatura, 40 morsetti in ferro sempre per impalcatura, 10 ombrelloni e otto sdraio da lido balneare. Il tutto provento di furto.

E’ stato arrestato in flagranza di reato per il reato di furto e denunciato a piede libero per ricettazione il 43enne Gaetano Moro, di Ostuni. L’uomo è stato ammanettato (e condotto presso la sua abitazione in regime di domiciliari) al culmine di un appostamento dei poliziotti del commissariato della Città Bianca.

Una pattuglia in borghese ha seguito Moro mentre si dirigeva in località Foragno, nelle campagne di Ostuni. Il 43enne si è fermato con la sua auto all’altezza di un sito delimitato da transenne a causa dello smottamento del manto stradale. L’uomo ha preso alcune transenne, le ha spostate dietro a un muretto, le ha messe nella macchina ed è andato via. Qualche minuto dopo è tornato e, sempre davanti agli occhi dei poliziotti, si è ripetuta la stessa scena. A quel punto le forze dell’ordine sono uscite allo scoperto, bloccando Moro. Nel corso della successiva perquisizione sono stati recuperati anche la betoniera e gli altri oggetti provento di furto.


Pubblicità Elettorale Committente Responsabile Marco Fanelli

Le transenne sono state subito restituite alla polizia locale di Ostuni. La betoniera e il materiale di cantiere sono tornati ai legittimi proprietari. Gli ombrelloni e le sdraio sono custoditi in stato di sequestro presso il commissariato in attesa dell’individuazione dei titolari.

In sede di convalida dell’arresto, il giudice ha sottoposto Moro, difeso dall’avvocato Brescia, alla misura cautelare dell’obbligo di dimora nel Comune di Ostuni con prescrizione di non uscire dalla sua abitazione dalle ore 21 alle ore 6 di ciascun giorno. Le indagini vanno avanti e potrebbero avere a breve ulteriori sviluppi.

Grande successo per il progetto Nonni su Internet al Liceo Scientifico a cura dell’Adiconsum-Cisl

Pubblicità Elettorale

Committente Responsabile Giuseppe Colucci

Con il modello di apprendimento intergenerazionale, basato sull’alleanza tra scuole e centri anziani, la Fondazione Mondo Digitale accompagna i cittadini over 60 nell’economia digitale. È partito qualche settimana fa al Liceo Scientifico Pepe il progetto NONNISUINTERNET, realizzato in partenariato con Associazione Adiconsum-Cisl e Fondazione Mondo Digitale. Nel ruolo di tutor gli studenti delle scuole (impegnati in un percorso di Alternanza Scuola Lavoro) e a supporto delle attività un kit didattico in costante aggiornamento. Finora sono stati formati oltre 37mila anziani. Un modello originale che ha anticipato il nuovo paradigma H2H, da persona a persona, capace di sostenere le comunità nei veloci e complessi cambiamenti trasformativi.

In sei anni i giovani anziani tra i 60-64 che navigano in rete sono più che raddoppiati, da 25,2% a 52,2%. Secondo l’ultimo rapporto Istat “Cittadini, Imprese e ICT” a crescere più velocemente sono gli anziani più grandi, nella fascia di età da 65 a 74 anni, passati da 12,1% al 28,8%, mentre gli over 75 sono quasi quadruplicati, dal 2% al 7,7%. E si conferma il ruolo degli adolescenti come facilitatori digitali: le famiglie più connesse, 9 su 10, sono quelle in cui è presente almeno un minorenne.

Per velocizzare il processo di acquisizione delle competenze digitali degli over 60, con attenzione alle diverse età, dai giovani anziani ai grandi anziani, la Fondazione Mondo Digitale continua a diffondere in tutte le regioni il progetto “Nonni su Internet”, basato sul modello di apprendimento intergenerazionale. Gli over 60 vengono formati nei laboratori informatici delle scuole con la formula dello “scambio generazionale”: gli studenti insegnano pc, web e tecnologia agli anziani con l’aiuto di docenti esperti. Il corso è gratuito e la struttura è modulare, da 20 a 30 ore con incontri a cadenza settimanale. Concludono l’anno “Tutti su Internet”, la Settimana di alfabetizzazione digitale aperta ai cittadini del quartiere, e il concorso “Volontari della conoscenza”, che valorizza le storie più significative maturate nei diversi territori.

In 15 edizioni (il Pepe Calamo aveva già partecipato alle edizioni precedenti) 21.800 studenti nel ruolo di tutor hanno accompagnato nella navigazione in Internet, da fisso e da mobile, e nell’esplorazione dei servizi digitali della pubblica amministrazione oltre 37mila anziani. A coordinare le attività didattiche 2.164 docenti. Giovani e anziani attraverso i social sono anche protagonisti dello storytelling, per diffondere in modo virale la passione per la formazione continua. Dal sito www.terzaetaonline.it è possibile scaricare il kit didattico.

In quasi tutti gli istituti scolastici coinvolti nell’iniziativa il progetto, per il suo alto valore educativo e l’efficace impatto territoriale, è stato inserito nel piano dell’offerta formativa, con il riconoscimento di crediti formativi, e, in diversi casi, è diventato anche parte di percorsi di alternanza scuola-lavoro. Nel corso delle edizioni il progetto ha dato vita a molte iniziative collegate, come la Rete dei volontari della conoscenza, la campagna di riciclo dei computer dismessi per i centri anziani, la realizzazione di aule multimediali nelle scuole colpite dal sisma o il coinvolgimento di artigiani pensionati nel ruolo di mentor per gli aspiranti imprenditori.

Ancora un successo per Piero Suma atleta del Gruppo sportivo Paralimpico della Difesa


Pubblicità Elettorale Committente Responsabile Marco Fanelli

L’ostunese Piero Suma, ha aperto il suo 2018 sportivo con un importante successo. Sabato 17 e domenica 18 febbraio nella cornice del PalaSport Campitelli di Grottaglie si è tenuto il Torneo Nazionale di Para-Badminton, disciplina in cui il Tenente dei Carabinieri, atleta del Gruppo Sportivo Paralimpico della Difesa, si è cimentato da appena sei mesi.

Il talento sportivo della Città bianca si è classificato al primo posto nel singolare maschile della categoria WH2, interrompendo l’egemonia del campione in carica che durava da un triennio.

Già̀ noto per i successi sportivi degli ultimi anni, grazie ad un palmares ricco di esperienze che vanno dal rowing, ai lanci, al golf, fino alle competizioni di para-badminton, tra titoli nazionali e partecipazioni internazionali, ancora una volta Piero Suma ha mostrato la propria stoffa.

Aggiornato il Piano triennale per la Prevenzione della Corruzione e per la Trasparenza 2018/2020


Pubblicità Elettorale Committente Responsabile Marco Fanelli

A ulteriore tutela della legalità e della trasparenza amministrativa, il Comune di Ostuni ha provveduto a maggio dello scorso anno ad attivare, in linea con le direttive fornite dall’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC), la piattaforma whistleblowing per la gestione delle segnalazioni di illeciti nella pubblica amministrazione. Con la delibera di Giunta n. 18 del 30 gennaio scorso l’ente comunale provvedeva ad approvare il Piano triennale e per la Prevenzione della Corruzione e per la Trasparenza 2018/2020, che prevede in tema di whistleblowing la possibilità di estendere ai cittadini l’accesso alla procedura e di rendere completamente anonima la propria eventuale segnalazione.

Collocata in una sottosezione dell’area “Amministrazione trasparente” del portale istituzionale del Comune di Ostuni, la piattaforma consente di presentare una segnalazione, tutelando la riservatezza dell’identità del segnalante e del contenuto della segnalazione stessa, supportata eventualmente anche dall’inserimento di materiale fotografico, audio e video.

Le informazioni inserite nel modulo online, sottoscritte dal dipendente pubblico o dal cittadino virtuoso, saranno accessibili solo al Responsabile per la Prevenzione della Corruzione dell’Ente, che per il Comune di Ostuni è il dott. Francesco Fumarola, Segretario Generale. I dati identificativi, qualora presenti, saranno comunque criptati affinché nemmeno chi ricopre il ruolo di responsabile possa risalire a chi ha inoltrato la segnalazione. Ogni denunciante, inoltre, può seguire attraverso l’uso della piattaforma dedicata l’iter procedurale della propria segnalazione e interfacciarsi, se dovesse risultare utile ai fini delle indagini, con l’autorità giudiziaria.

Tenendo presente che con il termine “corruzione” non si fa esclusivamente riferimento ai casi penalmente rilevanti, come tangenti, concussione, abuso di potere d’ufficio, altri esempi di corruzione e quindi di cattiva gestione amministrativa sono sicuramente lo spreco di fondi pubblici, la gestione delle gare d’appalto con procedure non trasparenti e/o non finalizzate a ottenere il miglior risultato in termini di efficacia ed efficienza delle opere assegnate, le lungaggini procedimentali dovute a scarsa connessione tra le diverse funzioni/enti coinvolti o la mancata adozione di comportamenti responsabili e trasparenti e tutte le inefficienze dovute a piccoli tornaconti personali, a volte inconsapevoli che, sommate tra loro, creano grandi problemi diffusi a danno di tutta l’organizzazione e della comunità.

L’ANAC ha dunque perfezionato la procedura in materia di whistleblowing rendendo obbligatorio per le amministrazioni pubbliche la possibilità di segnalare gli illeciti in maniera completamente anonima. Ogni denunciante, inoltre, può seguire attraverso l’uso della piattaforma dedicata l’iter procedurale della propria segnalazione e interfacciarsi, se dovesse risultare utile ai fini delle indagini, con l’autorità giudiziaria.

Chi volesse esporre i fatti senza incolpare nessuno e non incorrere nel reato di calunnia o diffamazione, deve tener presente che la segnalazione non è una denuncia formale, bensì un contributo importante per far emergere sia il verificarsi di situazioni di rilevanza penale, che bloccare e soprattutto prevenire tutti i casi di casi di spreco, inefficienza e cattiva gestione. Pertanto l’Ente comunale deve provvedere a predisporre una protezione effettiva ed efficace che eviti a chi segnala l’esposizione a episodi discriminatori.

In Germania in scena la tradizione ostunese con il gruppo folk “La Stella” e la “Cavalcata di Sant’Oronzo”


Si è tenuta dal 16 al 18 Febbraio la Fiera Internazionale di cavalli Pferd Bodensee a Messe Friedrichshafen, con un ottimo successo per il Gruppo Folk La Stella e per l’Ass. Cavalcata di Sant’Oronzo, che hanno portato la tradizione e il folklore di Ostuni in Germania.

Protagonista è stata sicuramente la particolarità, unica nel suo genere, della bardatura del cavallo e del cavaliere della cavalcata di S. Oronzo. Anche il Gruppo folk La Stella ha contribuito con diversi spettacoli, balli tipici e tarantelle di Ostuni e della Puglia, animando i tre giorni di fiera. Centrale e affascinante è stata sicuramente l’esibizione della Pizzica che ha accompagnato la sfilata del Cavallo Murgese, attirando con interesse tantissimi visitatori e televisioni locali.

In uno dei tanti padiglioni della grande Fiera erano presenti 10 cavalli murgesi, in vendita, degli allevatori Orazio Ricci, Angelo D’onghia, Giuseppe Giacovelli e Michele Recchia, e anche un ben nutrito stand di prodotti tipici della nostra terra: vino (Azienda Agricola Greco di Ostuni), olio (oleificio Convertino di Alberobello) e prodotti caseari (Azienda Mangio Bene di Carbotti Francesco, di Martina Franca). Dunque ancora una volta i colori e i sapori della Puglia si sono contraddistinti nuovamente anche all’estero e sono stati rappresentati davvero con molto successo.

Sequestrata sulla costa del Pilone una grossa balla di marijuana

Una grossa balla di marijuana proveniente dalle “manifatture” celate sulle montagne albanesi è stata recuperata e sottoposta a sequestro da una pattuglia del commissariato di polizia di Ostuni. Il fatto è avvenuto in località Pilone. Probabilmente il grosso pacco di droga faceva parte del carico di un gommone caduto in mare durante la traversata verso la costa brindisina, oppure è stato intenzionalmente abbandonato durante un inseguimento o le operazioni di sbarco.

La polizia riferisce che la balla galleggiava a breve distanza dalla battigia, e una volta aperta è stato estratto il suo contenuto consistente in altri dieci involucri da circa 2,5 chili ciascuno di marijuana. In totale, la droga sequestrata ammontava a 27 chili, per un valore sul mercato dello spaccio al minuto di circa 40mila euro. Il commissariato di Ostuni ha già sottoposto a sequestro negli ultimi tre interventi circa un quintale di sostanza stupefacente di provenienza albanese.

Popolari Oggi

Ostuni: eleva un muro e si appropria di un vano dell’abitazione contigua, denunciato.

I Carabinieri della Stazione di Ostuni, al termine di attività d'indagine scaturita dalla denuncia presentata da una 40enne del luogo, hanno deferito in stato...

Ostuni, la Polizia lo becca durante un furto e lo arresta

Inconsapevole di essere monitorato, ha rubato diverse transenne della pubblica amministrazione sotto al naso dei poliziotti. Non solo, gli agenti lo hanno sorpreso anche...

Grande successo per il progetto Nonni su Internet al Liceo Scientifico a cura dell’Adiconsum-Cisl

Pubblicità Elettorale Committente Responsabile Giuseppe Colucci Con il modello di apprendimento intergenerazionale, basato sull'alleanza tra scuole e centri anziani, la Fondazione Mondo Digitale...

Ancora un successo per Piero Suma atleta del Gruppo sportivo Paralimpico della Difesa

L’ostunese Piero Suma, ha aperto il suo 2018 sportivo con un importante successo. Sabato 17 e domenica 18 febbraio nella cornice del PalaSport Campitelli...

In Germania in scena la tradizione ostunese con il gruppo folk “La Stella” e...

Si è tenuta dal 16 al 18 Febbraio la Fiera Internazionale di cavalli Pferd Bodensee a Messe Friedrichshafen, con un ottimo...