25.5 C
Ostuni
lunedì 14 Giugno 2021
Home Blog

Incidente stradale, scontro in contrada Traetta

Lo scontro si è verificato un contrada Traetta.

Incidente stradale ad Ostuni, per cause ancora al vaglio della Polizia Locale della Città Bianca, due mezzi sono entrati in collisione in contrada Traetta.

Il tratturo stretto, non ha dato la possibilità ai due mezzi di non di scontrarsi, l’impatto si è verificato su una curva, i conducenti soccorsi dal 118 sul posto. Uno dei due è stato trasportato a “Perrino” di Brindisi per accertamenti di rito.

Villanova, operari a lavoro per la riqualificazione tra lavori pubblici e rimozione della poseidonia

Rimozione Posidonia Porto Villanova

Operai al lavoro su un doppio fronte nel weekend end a Villanova. Tra venerdì e sabato sono riprese le opere per il rifacimento di alcuni tratti stradali e la bonifica dalle alghe dell’area portuale.

«La prossima settimana porteremo a termine l’intervento sul marciapiede che collega la borgata a Camerini dimostrando l’attenzione – spiega l’assessore ai lavori pubblici Giuseppe Francioso- dell’amministrazione per questa frazione marina.Nel bilancio di previsione 2021 è stato creato un capitolo, da destinare agli abbattimenti di ruderi insistenti sulla costa, inserendo –spiega Francioso- all’interno dello stesso una previsione di spesa pari a 100mila euro».

Intanto, anche la questione relativa all’ accumulo di alghe è stata avviata già da venerdì. Poseidonia spiaggiata per la seconda volta in poche settimane a Villanova. «Si è trattato di un evento straordinario, questo nuovo accumulo di alghe a Villanova, che stiamo provvedendo a ripulire. Interromperemo le attività oggi, lasciando la domenica indenne per non creare disagio agli utenti del porto, turisti e residenti. Intanto abbiamo eliminato già il cattivo odore – riferisce l’assessore all’ambiente Paolo Pinna- e domani completeremo con un ulteriore passaggio di pulizia. Lo ripeto si è trattato di un evento naturale straordinario. Sappiamo tutti che la soluzione per questo problema è quella legata al dragaggio.

Si tratta di un intervento che avverrà speriamo nel più breve tempo possibile, anche per evitare che in futuro si ripresenti la stessa situazione. I fondali ormai sono molto bassi: basta anche una piccola mareggiata, e si verifica questo trasporto di questa posidonia e di altre alghe con i disagi che ne conseguono. Noi – conclude Paolo Pinna- cerchiamo di affrontare sempre ogni problema dei cittadini nel minor tempo possibile. Ci vuole però, anche della comprensione, perché possono esserci eventi imponderabili ed inaspettati, come questo accumulo straordinario di alghe degli ultimi giorni».

On. Palmisano: “Facciamo EcoScuola: dal taglio dei nostri stipendi una nuova speranza per i più giovani”

Facciamo EcoScuola: dal taglio dei nostri stipendi una nuova speranza per i più giovani. Progetti finanziati anche in provincia di Brindisi per questo bando”.

“Facciamo Eco Scuola”: grazie al bando del Movimento Cinque Stelle due progetti finanziati in provincia di Brindisi, ad Ostuni e Oria. Questa mattina l’on. Valentina Palmisano(M5S) ha partecipato all’inaugurazione di un nuovo ascensore all’interno del Liceo Scientifico “Calamo-Pepe” di Ostuni.

Tre milioni di euro, derivanti dal taglio degli stipendi dei parlamentari del Movimento Cinque Stelle, messi a disposizione delle scuole statali italiane. A beneficiarne, così, anche il territorio brindisino. «Non posso che esprimere la mia soddisfazione per la giornata di oggi, all’interno della quale lanciamo un messaggio di fiducia ai cittadini: la politica finalmente – dichiara l’on. Valentina Palmisano (M5S)- restituisce qualcosa alla collettività.

Un’iniziativa che assume un’importanza maggiore anche considerando il fatto che viene data attenzione ad uno degli ambiti più colpiti in questi mesi della Pandemia, come la scuola». Sono stati finanziati in tutta Italia 202 progetti, tra cui 15 in Puglia.

Attraverso il bando “Facciamo Eco Scuola”, così, il Movimento Cinque Stelle ha voluto destinare le risorse derivanti dal taglio degli stipendi per progetti con varie finalità, tra cui la sostenibilità ambientale e l’ abbattimento barriere architettoniche. «Si tratta di obiettivi nobili. E va dato ampio risalto alle scuole, come il “Calamo-Pepe” della Città Bianca, che hanno creduto in questo progetto. Non posso che ringraziare il dirigente scolastico, l’intero corpo docente, tra cui la professoressa Ilaria Pecoraro, e tutto il personale scolastico per questa possibilità offerta alla città di Ostuni. Davvero all’interno del Liceo un lavoro sinergico di assoluto valore».

Al taglio del nastro hanno partecipato anche il dirigente scolastico del “Calamo-Pepe” Prof. Francesco Dell’Atti ed il sindaco di Ostuni Guglielmo Cavallo. «Un messaggio di speranza anche per i più giovani, per chi tra poche settimane inizierà gli esami di Maturità, e per chi dal prossimo settembre tornerà tra i banchi di scuola. Noi come Movimento Cinque Stelle- conclude l’on. Valentina Palmisano – abbiamo dimostrato di avere a cuore il futuro di queste nuove generazioni attraverso iniziative, come l’ultima “Facciamo Ecoscuola”, per creare una visione d’insieme più legata ai bisogni della collettività, e meno agli interessi personalistici»

Campagna vaccinale anti Covid, il report sulle dosi somministrate al 10 giugno 2021

Campagna vaccinale

Campagna vaccinale: somministrate 260.207 dosi di vaccino, di cui 187.202 prime dosi e 73.005 seconde dosi.

Secondo l’ultimo report a cura dell’Unità operativa di Epidemiologia del Dipartimento di Prevenzione della Asl Brindisi, per la campagna vaccinale dal 27 dicembre 2020 al 10 giugno 2021 sono state somministrate 260.207 dosi di vaccino, di cui 187.202 prime dosi e 73.005 seconde dosi. Mediamente, sono state somministrate 1.596,3 dosi per giornata di vaccinazione.

Il 62,3% (116.569) delle prime dosi somministrate è rappresentato da Pfizer, il 23,5% (44.002) da AstraZeneca, l’8,9% (16.702) da Moderna e il 5,3% (9.929) da Janssen (Johnson & Johnson).

Il dato delle prime dosi risulta così distribuito: il 39,9% agli anziani; il 24,1% a persone al di sotto dei 60 anni; il 20,5% ai soggetti fragili; il 7,1% al personale sanitario; il 4,6% al personale scolastico; l’1,8% alle forze dell’ordine; il 2% ad altre categorie. Questa, invece, la distribuzione delle seconde dosi: per il 36,8% agli anziani; per il 28,2% ai soggetti fragili; per il 17,1% al personale sanitario; per il 10,6% al personale scolastico; per il 3,8% alle forze dell’ordine; per il 2,4% ai soggetti al di sotto dei 60 anni; per l’1,1% alle altre categorie.

Fino al 10 giugno i residenti o domiciliati in provincia di Brindisi vaccinati con la prima dose sono 186.665 e di questi 73.090 con la seconda dose, con una copertura vaccinale pari rispettivamente al 53,1% e al 20,8%.

La copertura vaccinale con la prima dose relativa ai residenti con più di 80 anni di età è pari al 90,46%. Agli over 80 sono state somministrate 25.549 prime dosi e 23.048 seconde dosi.

Sono 53.828 le dosi erogate dai medici di medicina generale, di cui 13.716 (25,5%) in ambito domiciliare. Il 20,5% (11.028) delle dosi è stato somministrato a soggetti over 80, il 27,3% (14.678) a soggetti nella fascia 70-79 anni, il 26,9% (14.486) a soggetti in quella 60-69 anni e il 25,3% (13.636) a persone sotto i 60 anni di età. I soggetti fragili rappresentano la categoria a rischio vaccinata prevalentemente (38.016; 70,7%), seguita dai soggetti con età superiore a 60 anni (11.222; 20,8%), dai caregiver (988; 1,8%) e da altre categorie (3.602; 6,7%).

Pallavolo 2000 Ostuni in finale playoff per l’accesso in serie B

Pallavolo 2000 Ostuni

La Pallavolo 2000 Orthogea Ostuni batte al tiebreak la Virtus Tricase e vince il Girone 3 della prima fase playoff.

L’impresa compiuta dai ragazzi della Pallavolo 2000 Ostuni di mister Giacomo Viva al PalaCeleste fa il paio con la vittoria in trasferta di Talsano e vale l’accesso alla seconda fase, di fatto la finale che determinerà la promozione in Serie B.

Giovedì sera al PalaCeleste della Città bianca, finalmente animato dai tifosi seppur in numero contenuto, la gara con Tricase, seconda giornata della prima fase playoff, è la classica sfida che vale la stagione. L’Orthogea ci arriva con il quarto posto del Girone B, dopo essere già scesa in campo a Talsano contro la VTT padrona di casa, battuta 3 set a 0. Per Tricase invece, prima classificata del Girone C, si tratta del primo e già decisivo appuntamento playoff: ai salentini occorre battere l’Orthogea per raggiungerla in classifica e giocarsi poi il passaggio del turno in casa contro la VTT. Sfida da dentro o fuori per entrambe dunque, con l’Ostuni capace di sovvertire il pronostico e prevalere al quinto ed ultimo set.

Mister Viva può contare dal ritorno in panchina del suo secondo, coach Roberto Bianchi, e schiera i suoi con capitan Semeraro in regia a completare la diagonale con l’opposto D.Polignino. In banda A.Polignino e Scaramuzzi, al centro D’Amico e Siena, Nero libero. Nei primi tre set l’allenatore ricorre agli inserimenti di Pompigna. Più costante l’impiego del secondo palleggiatore Parisi a seconda delle fasi di gioco. Lenoci dopo le comparsate del secondo e terzo set, entra stabilmente nelle rotazioni del centro nel quarto e quinto parziale. Pacucci prende posto in banda nel terzo set per non lasciare più campo.

Parte meglio la Pallavolo 2000 Ostuni, avanti 8-5, 16-13 e 21-17. La doppia impressionante difesa di Nero consegna la prima palla set e, dopo due tentativi annullati, un servizio ospite fuori misura consegna il punto del 25 a 20. Il secondo set è il più equilibrato e combattuto, tra sorpassi e controsorpassi, tensione e determinazione, le squadre provano a superarsi e ad avere la meglio fino ai vantaggi finali. Quando Scaramuzzi si schianta sul muro ospite i salentini hanno due set point, annullati da Lenoci e A.Polignino che ne annulla anche un terzo. Poi De Carlo (26 punti personali) mette giù da seconda linea e Crisostomo mura la palla del 25 a 27.

Il pari ha un effetto devastante sui padroni di casa, svuotati e mai realmente in campo in un terzo set concesso gli avversari 13 a 25. Poteva essere la spallata decisiva al match, invece i gialloblu rimandano i titoli di coda con un quarto set praticamente identico al precedente, ma a punteggio invertito: Virtus alle corde e Orthogea avanti 25 a 11.

Ad indirizzare il tiebreak è il servizio di A.Polignino, abile a minare le certezze ospiti dalla linea dei nove metri, oltre che miglior realizzatore dei suoi e del match con 27 punti personali (di cui 6 muri). Il lungolinea di Pacucci manda i suoi in vantaggio per 8 a 3 al cambio campo. Tricase accorcia sul 10-7, Viva chiede tempo e il ritorno in campo riserva il doppio errore ospite del 12-7. Ancora A.Polignino esplode il mani-out che vale cinque matchpoint, troppi per non essere capitalizzati. Il 15 a 10 finale premia con merito l’Ostuni, avanti 3 a 2, al primo posto del Girone 3 con 5 punti e due vittorie su due nella prima fase playoff.

Onore ai meriti della Virtus Tricase, capace di lottare per due ore di gioco, condannata dai risultati ancor prima del suo secondo incontro in programma domenica, ormai ininfluente. È il bello e il brutto dei playoff, più in generale di uno sport che, finalmente, è tornato protagonista con una stagione complessa, dopo un anno di agonia. L’Ostuni attenderà la vincente del Girone 2, per la cui vetta si sfideranno domenica Grottaglie e Ruffano. Intanto, con un’altra serata indimenticabile, i gialloblu si regalano l’inaspettata finale playoff.

Tabellino

Pallavolo 2000 Orthogea Ostuni – Virtus Tricase 1967 3 a 2 (25-20/25-27/12-25/25-11/15-10)

Ostuni: Scaramuzzi 8, Siena 4, D’Amico 4, A.Polignino 27, Semeraro 2, Pompigna 1, Pacucci 4, Lenoci 4, D.Polignino 12, Conversano ne, Asciano ne, Parisi 1, Nero (Lib. 42%). All. Viva, ass. Bianchi.

Muri 11, Attacco 43%, Ricezione 51%, Ace 2, Err.battuta 13.

Tricase: De Vincenti ne, Massaro, Lupo, Malinconico (Lib.72%), Crisostomo 10, Spagnolo, Felicetti 2, De Carlo 26, Sodero 11, Melcarne ne, De Blasi 5, Errico ne, Rizzo 7. All Bramato.

Muri 8, Attacco 40%, Ricezione 54%, Ace 4, Err.battuta 14.

Furto aggravato ed evasione domiciliare, un arresto ed una denuncia

Furto aggravato

Gli uomini del Commissariato di P.S. di Ostuni hanno tratto in arresto S.A. classe ’94, ostunese con precedenti, per furto aggravato ed evasione domiciliare. Denunciato complice.

Una persona arrestata ed una denunciata per furto aggravato. Questo è il risultato cui è giunto il personale del Commissariato di P.S. di Ostuni in tempi velocissimi rispetto alla presentazione della denuncia. A seguito di approfondita e tempestiva attività di indagine è stato arrestato S.A. classe ’94, ostunese con precedenti per reati contro il patrimonio ed in materia di stupefacenti, già sottoposto alla misura della detenzione domiciliare.

Dedicati servizi di osservazione e controllo hanno consentito di accertare la responsabilità del S.A. per furto aggravato in abitazione, evasione dalla detenzione domiciliare ed inosservanza alle relative prescrizioni imposte per la misura alternativa. A seguito di ciò, il Magistrato di Sorveglianza ha sospeso la misura ed emesso Ordinanza di sospensione del beneficio penitenziario, disponendo il contestuale accompagnamento presso la casa circondariale di Brindisi. L’attività delinquenziale ha visto il coinvolgimento di un altro soggetto S.F., ostunese classe ’73 con precedenti, che è stato denunciato in stato di libertà per furto aggravato.

Durante la fase di esecuzione dell’ordinanza, la meticolosa e puntuale attività di controllo degli operanti ha permesso di recuperare all’interno dell’abitazione dell’arrestato parte della refurtiva oggetto di denuncia da parte della vittima. Nello specifico: un televisore e diversi elettrodomestici da cucina. Tali apparecchiature sono state successivamente riconosciute come proprie dal denunciante e si è pertanto provveduto a denunciare il S.A. anche per ricettazione.

L’attività di indagine è stata avviata in modo tempestivo a seguito della denuncia – querela sporta in questi uffici dalla vittima ed è stato positivamente conclusa nel lasso di pochissimi giorni grazie alla tenacia e all’acume investigativo del personale del Commissariato. L’immediata denuncia della vittima e la pronta risposta della Polizia di Stato hanno determinato il successo dell’attività, che si inserisce nell’ambito di una strategia di intensificazione del controllo del territorio mirata alla prevenzione e repressione dei reati in generale e predatori in particolare.

Certificati anagrafici: si parte con il rilascio in tabaccheria

Al via domani 11 Giugno il nuovo servizio del Comune di Ostuni in collaborazione con Novares, che permetterà il rilascio dei certificati anagrafici direttamente in tabaccheria.

Domani venerdì 11 giugno alle ore 9.30, presso la tabaccheria rivendita T. n°26 di viale Pola, 82 ad Ostuni si svolgerà una con una conferenza stampa di presentazione del nuovo servizio di rilascio certificati anagrafici in tabaccheria. Il nuovo servizio sarà presentato dal Sindaco di Ostuni Guglielmo Cavallo, che ritirerà il primo certificato, e il presidente provinciale della Federazione Italiana Tabaccai Vittoriano Bufo.

A partire da domani venerdì 11 giugno, i certificati anagrafici come il certificato di residenza o dello stato di famiglia possono essere rilasciati anche in tabaccheria nell’ottica di semplificare i servizi per i cittadini che non dovranno necessariamente recarsi in Comune per ottenere questi documenti. Per ogni operazione di rilascio dei certificati, il costo è di 2 euro IVA compresa.

Un innovativo servizio nato da una convenzione siglata tra il Comune di OSTUNI e la FIT, Federazione Italiana Tabaccai. Con la collaborazione di Novares, società del gruppo FIT, le tabaccherie del territorio che partiranno in via sperimentale per il nuovo progetto, sono 10, e sono dislocate nella varie aree del territorio, a copertura dell’intero Comune.

A breve, in una seconda fase, l’adesione al progetto sarà estesa a tutte le tabaccherie associate FIT, del Comune, e quindi il numero dei punti vendita convenzionato aumenterà, diventando una grande rete civica al servizio dei cittadini.

I certificati che saranno rilasciati dalle tabaccherie saranno: Anagrafico di nascita, morte, matrimonio, di cittadinanza, di esistenza in vita, di residenza, di stato civile, di stato di famiglia, di stato di famiglia e di stato civile, di residenza in convivenza, di stato di famiglia Aire, di stato libero, anagrafico di unione civile, di convivenza.

Le tabaccherie attualmente abilitate al rilascio dei certificati sono le seguenti:

riv. N.Indirizzo riv
2LARGO CADUTI DI TUTTE LE GUERRE, SNC
5VIA CATTEDRALE, 2
15VIA DOTTORE NINO SANSONE, 42
3VIA GIOVANNI XXIII, 3
10VIA GIUSEPPE DI VITTORIO, 8
26VIALE POLA, 82
18VIA ARMANDO DIAZ, 7
19VIA LUDOVICO PEPE, 40
34VIA ARNALDO FUSINATO, 39
35VIA RAFFAELE BRAICO, 2

Riscoprire l’Italia viaggiando in treno in totale sicurezza, ecco la mission di Trenitalia

Stazione di Ostuni
Stazione di Ostuni

Riscoprire l’Italia viaggiando in treno in totale sicurezza è tra i principali obiettivi dell’orario estivo di Trenitalia (Gruppo FS Italiane) al via da domenica 13 giugno 2021.

I dettagli del nuovo orario sono stati illustrati oggi da Luigi Corradi, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Trenitalia, Sabrina De Filippis e Paolo Attanasio, rispettivamente Direttori delle Divisioni Passeggeri Regionale e Lunga Percorrenza.

Tra le principali novità di quest’anno il nuovo Frecciarossa notturno Milano – Reggio Calabria e i collegamenti Frecciarossa FAST che avvicinano ulteriormente Nord e Sud Italia.

Saranno 200 le località pugliesi, servite ogni giorno da Trenitalia e Ferrovie del Sud Est, in collaborazione con alcuni partner del TPL. Una rete di collegamenti capillari dal Salento al Gargano che favorirà l’arrivo e lo spostamento in Puglia di turisti provenienti da fuori regione e turisti locali.

Dal 13 giugno, con l’entrata in vigore del nuovo orario, l’offerta in Puglia crescerà con più di 60 collegamenti al giorno verso Roma, Bologna, Milano, Venezia e Torino con fermate straordinarie a Monopoli, Fasano e Ostuni.

Più di 200 i treni regionali in circolazione ogni giorno sulle linee Adriatica, Bari – Taranto, Taranto – Brindisi e Foggia-Manfredonia.

Numeri a cui si aggiungono quelli di Ferrovie del Sud Est con 200 treni al giorno e più di 900 corse bus.

Un Frecciarossa 1000 collegherà per la prima volta la Puglia alla Toscana con partenza tutti i giorni da Firenze al mattino e arrivo a Lecce nel pomeriggio. Dal capoluogo salentino partirà dopo mezzogiorno con arrivo a Firenze Santa Maria Novella la sera.

LE NOVITA’ A BARI E DINTORNI

Nuovi servizi combinati treno + bus incrementeranno i collegamenti verso le principali mete turistiche della costa e dell’entroterra:

· Monopoli beach link, attivo dal 15 giugno, in collaborazione con la società di trasporto Miccolis, offrirà un servizio di bus navetta dalla stazione Monopoli verso le spiagge del litorale fino a Capitolo e all’Acquapark di Egnatia

· Matera link, già attivo con 6 collegamenti bus al giorno tra Bari Centrale e Matera, in collaborazione con Miccolis. Partenza da Largo Sorrentino (via Capruzzi) con fine corsa a Matera in Via Nazionale (Villa Longo).

· Grotte link, 16 collegamenti al giorno tra Bari Centrale e le Grotte di Castellana a cura di Ferrovie del Sud Est. Partenza da Largo Sorrentino e arrivo al parcheggio di ingresso alle Grotte.

Dal 13 giugno tornerà Trulli link il servizio inaugurato lo scorso anno e dedicato alla scoperta della Valle d’Itria che collega i treni in arrivo e in partenza da Bari Centrale con i bus di FSE.

LE NOVITA’ IN SALENTO

Insieme a Ferrovie del Sud Est tornerà Salento Link, il servizio di trasporto in connessione con i treni in arrivo e in partenza dalla stazione di Lecce verso le principali mete balneari del Salento: Gallipoli, Otranto, Santa Maria di Leuca, San Foca, Torre dell’Orso, Roca, Sant’Andrea, Castro, Santa Cesarea Terme, Tricase e altre marine.

Partiranno, a cura di FSE, collegamenti in treno da Lecce a Gallipoli (via Novoli) anche nei giorni festivi e 10 nuovi collegamenti in bus tra Lecce e Ugento. Confermati anche quest’anno i servizi in bus tra i due mari Otranto – Gallipoli.

PROMOZIONI e PARTNERSHIP

Acquistando un biglietto regionale Trenitalia per raggiungere Monopoli e Polignano a Mare si avrà diritto ad uno sconto sul biglietto d’ingresso all’Acquapark di Egnatia e per un giro in Ape Calessino, in risciò o in bici elettrica a Polignano.

Agevolazioni per i viaggiatori Trenitalia/FSE che visiteranno le Grotte di Castellana e per chi arriverà con un treno regionale a Taranto per vedere i delfini con Jonian Dolphin Conservation.

Per incentivare l’uso del treno Trenitalia propone inoltre una serie di facilitazioni come Promo Junior, Estate insieme, Viaggia con me e Promo Plus.

Il Rotary Club ha donato due piante di ulivo all’Istituto Agrario

Il Rotary Club Valle D’Itria- Rosa Marina ha donato due piante di ulivo resistenti all’xylella fastidiosa.

Un segnale di speranza. Ma anche la vicinanza ed il proseguo di un percorso di collaborazione con le scuole del territorio. Il Rotary Club Valle D’Itria- Rosa Marina ha donato due piante di ulivo resistenti all’xylella fastidiosa ed un compressore per la raccolta biologica delle olive all’istituto tecnico agrario “Pantanelli-Monnet” di Ostuni. Presenti alla consegna: Mario Monopoli, presidente del Rotary Club Valle D’Itria- Rosa Marina, Liliana Savino dirigente scolastico, Giuseppe Vergari (allievo dell’illustre accademico Giuseppe Fontanazza che ha dato origine alla varietà resistente al batterio Fs17 Favolosa) e Roberto Santomanco, segretario nazionale del comitato Inter Paese Italia-Malta- San Marino – Argentina. E l’iniziativa in favore dell’istituto agrario della Città Bianca nasce da un gemellaggio tra il Rc di Ostuni ed il Rotary di Tendil Oeste (Argentina).

Santomanco è stato referente progettuale del gemellaggio. Sinergia a distanza che ha portato alla donazione delle due piante di cultivar resistenti, Favolosa e leccino, e del raccoglitore per consentire la ripresa di una specifica attività didattica. «Con tale gesto, non si è voluta fare un’opera di beneficenza (il Rotary idealmente non fa beneficenza, bensì cerca di eliminare le cause che rendono necessaria la beneficenza), ma – spiega Mario Monopoli- si vuole richiamare l’attenzione della pubblica opinione, delle istituzioni, a rimuovere gli ostacoli che frenano la regolare funzionalità delle risorse presenti nel nostro territorio.

In questo caso è stato scelto l’Istituto tecnico agrario a cui dedicare la nostra attenzione, perché la riteniamo una realtà unica nel suo genere nel Sud della Puglia, nella Piana degli ulivi monumentali, che merita di essere valorizzato per il ruolo riconosciuto e che può avere in futuro, inteso come volano per la formazione di professionisti in grado di rilanciare il settore primario, ed in particolare il comparto olivicolo». Un istituto che già da tempo ha avviato attività anche di ricerca.

«La strategica collocazione della struttura, la spiccata professionalità del corpo dei docenti e soprattutto l’attinenza didattica con il settore olivicolo – conclude Monopoli- farebbe e fanno dell’Istituto agrario di Ostuni l’istituzione formativa per eccellenza del territorio». Apprezzamenti per la donazione giunti dal dirigente scolastico, Liliana Savino, che ha riconosciuto il valore e l’importanza di questa nuova strumentazione per le attività di formazione dei ragazzi.

«La donazione delle due piante rappresenta un simbolo della ricostruzione per questo settore. Ma è importante far capire oggi quali sono gli orientamenti della nuova olivicoltura. Ed una delle due varietà -afferma Vergari- rappresenta l’innovazione del campo olivo»

Duna danneggiata a Torre Pozzelle, tre deferiti dalla Capitaneria di Porto

Duna danneggiata a Torre Pozzelle, denunciati il responsabile del villaggio turistico adiacente l’area e due responsabili della ditta dei lavori di pulizia della spiaggia in concessione.

Danneggiamento, distruzione e deturpamento di bellezze naturali. Sono questi i reati contestati dai militari del Nucleo Operativo di Polizia Ambientale della Guardia Costiera di Brindisi ai responsabili dello sbancamento di un cordone dunale in località Torre Pozzella del comune di Ostuni.

L’attività svolta nella giornata di ieri, a tutela dell’ambiente marino e costiero, è scaturita da segnalazioni telefoniche pervenute presso la Sala Operativa della Capitaneria di Porto di Brindisi e da un articolo pubblicato articolo pubblicato su una locale testata giornalistica on-line ed ha permesso di accertare il deturpamento di un cordone dunale presente sullaproprietà privatadove sorge un villaggio turistico, al confine con il demanio marittimo.

Il cedimento che ha interessato il cordone dunale alto circa 4 metri per una lunghezza di 13 metri circa, è stato causato da mezzi meccanici utilizzati per la pulizia della spiaggia in concessione ad un villaggio turistico. Ai militari intervenuti è apparso subito evidente l’improprio uso dei mezzi utilizzati per la pulizia dell’arenile, che operando a ridosso dell’apparato dunale ne provocavanoil cedimento. Successivamente la sabbia franata, verosimilmente, sarebbe stata distribuita e livellata sull’arenile circostante. Evidenti risultavano inoltre i danni provocati alla vegetazione presente. Le dune costiere rappresentano un importante ecosistema e svolgono un ruolo importante nella difesa della costa.

Sono infatti un ostacolo fisico all’avanzamento del maree costituiscono un consistente deposito di sabbia per il naturale ripascimento delle spiagge e pertanto devono essere tutelate. Tre le persone deferite all’Autorità Giudiziaria, il responsabile del villaggio turistico e i due responsabili della ditta appaltatrice dei lavori per la pulizia della spiaggia in concessione.

Si ricorda che per segnalare comportamenti illeciti o situazioni dubbie sono attivi, 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, il numero di centralino della Sala Operativa 0831521022 e la casella di posta elettronica cpbrindisi@mit.gov.it mentre, per le sole emergenze in maree sulle spiagge,il numero blu 1530.

Pubblicità
Farmacia Matarrese Ostuni