16 C
Ostuni
giovedì 4 Marzo 2021
Home Blog

“Ostuni città Faro” è il titolo del progetto candidato all’avviso pubblico “Educare in Comune”

Ostuni dall'Alto

“Ostuni città Faro” è il titolo del progetto candidato all’avviso pubblico “Educare in Comune” promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Politiche della Famiglia.

Il Comune di Ostuni ha candidato una propria proposta progettuale all’avviso pubblico “Educare in Comune” promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Politiche della Famiglia.

“Ostuni Città Faro”, questo il nome del progetto, mira a contrastare la povertà educativa e l’esclusione sociale di bambini, ragazzi e delle loro famiglie, in un momento in cui l’emergenza sanitaria da COVID-19 ha acuito maggiormente le disuguaglianze, le fragilità e i divari socio-economici i cui effetti maggiori saranno visibili nel corso del prossimo triennio.

In linea con quanto previsto da una delle tre aree tematiche dall’avviso pubblico (cultura, arte e ambiente), obiettivo del progetto è favorire la fruizione del patrimonio della città di Ostuni attraverso iniziative ludiche ed educative con modalità di fruizione innovative e multimediali che coinvolgono il Museo di Civiltà Preclassiche della Murgia Meridionale, il Museo Diocesano, la Biblioteca Comunale “Francesco Trinchera” ed il patrimo-nio archeologico e naturalistico della città con il Parco Archeologico S. Maria d’Agnano.

I luoghi della cultura saranno intesi quali luoghi di aggregazione, socialità e apprendimento in cui i fruitori saranno contemporaneamente attori protagonisti e spettatori di un nuovo scenario di apprendimento. Tutte le azio-ni saranno dunque condotte attraverso il coinvolgimento diretto del target di riferimento e delle loro famiglie che svolgeranno attivamente il proprio compito sviluppando capacità organizzative, sociali, creative, ricreative, di studio e di ricerca.

I luoghi della cultura – afferma il Sindaco Guglielmo Cavallo – musei in primis, devono essere sempre più un punto di riferimento nella lotta contro la povertà educativa. Le attività didattiche, ludiche ed aggregative di musei e biblioteche devono essere centrali per lo sviluppo di una città che vuole offrire a tutti le stesse possibilità.

Questo progetto ha coinvolto le realtà cittadine storiche che nel sociale svolgono un lavoro fondamentale per il territorio, a loro rivolgo un vivo ringraziamento per l’entusiasmo e la partecipazione. Ora non ci resta che spe-rare nel finanziamento del progetto, convinti che la sua realizzazione fornirà un contributo importante nella costi-tuzione del tessuto sociale futuro di Ostuni.

Ruolo strategico avrà l’Istituzione Museo che creerà occasioni di coesione e confronto con le famiglie oltre a mettere a disposizione i propri beni. Il coinvolgimento delle scuole di ogni ordine e grado sarà fondamentale per lo svolgimento delle fasi di progetto. Indispensabile sarà poi il ruolo delle realtà che sul territorio operano per promuovere la cultura, associazioni e cooperative che già hanno alle spalle pregresse esperienze maturate nel settore dei servizi museali e sociali.

“Abbiamo lavorato intensamente alla costituzione – dichiara il Presidente dell’Istituzione Museo Michele Conte – al momento informale, della comunità educante, ovvero l’insieme di realtà che saranno capaci di guida-re con responsabilità i processi educativi e di sviluppo delle persone di minore età.”

Il coinvolgimento della Diocesi Arcivescovile di Brindisi-Ostuni sarà un altro fattore indispensabile per la definizione dei destinatari del progetto che entrerà nel piano operativo attraverso l’Istituto Caritas assieme alle due realtà internazionali che in ambito locale accolgono famiglie e bambini in difficoltà, l’Associazione La No-stra Famiglia e il Villaggio SOS di Ostuni.

Attivi i nuovi servizi online del Comune

servizi online

Sono stati presentati nella mattinata di oggi 3 marzo 2021 presso il Salone dei Sindaci del Comune di Ostuni i nuovi servizi online che consentiranno a cittadini, imprese ed Enti del territorio di interfacciarsi con l’Amministrazione comunale.

Si tratta di una rivoluzione digitale che coinvolgerà gli uffici Anagrafe e Tributi che permette di connettersi al Comune e ottenere, in tempo reale, tutti i certificati su smartphone, tablet o desktop. I nuovi servizi online sono stati presentati dal Sindaco, Guglielmo Cavallo, dal segretario generale Francesco Fumarola, dal dirigente degli Affari generali, Giovanni Quartulli e dal responsabile dell’Ufficio CED, Franca Moro.

“In un periodo di emergenza epidemiologica causata dalla pandemia da Covid-19 la creazione di nuove postazioni per il rilascio di certificazioni può evitare file e assembramenti nei pressi degli uffici comunali preposti. – Riferisce il Sindaco Guglielmo Cavallo –  Questo è un altro passo per snellire la macchina burocratica e, a breve, i cittadini potranno stampare i certificati direttamente da casa, on line, attraverso la Carta d’identità elettronica e lo SPID (Sistema Pubblico d’identità digitale) che è già possibile attivare dal sito internet del Comune di Ostuni.”

I requisiti sono, ovviamente, la disponibilità di una connessione e l’identità digitale SPID: è quindi possibile interrogare digitalmente i servizi comunali e richiedere un certificato, il cambio di residenza o verificare la propria posizione tributaria. Il Comune di Ostuni, inoltre, offre ai cittadini la possibilità di ottenere più velocemente un account SPID. Ci si reca presso lo sportello URP, previa prenotazione, portando con sè la Tessera Sanitaria ed un Documento di identità. Si deve comunicare anche un numero di cellulare ed un indirizzo e-mail personale.

L’operatore compila la richiesta e consegna un documento contenente la prima parte del Codice di Attivazione. Contestualmente il sistema invia una mail all’indirizzo comunicato con la seconda parte del Codice di Attivazione ed il Pacchetto di Attivazione in allegato.

Da casa si completa la procedura, scegliendo uno dei seguenti Identity Provider che accettano il riconoscimento tramite Sportello Pubblico:

Sielte: https://myid.sieltecloud.it/signup/sportello_pubblico

Poste: https://posteid.poste.it/identificazione/identificazione_raopa.shtml

Inoltre sul sito istituzionale www.comune.ostuni.br.it alla voce Servizi al cittadino è possibile prenotare l’accesso agli uffici comunali. Il servizio di prenotazione sarà esteso a tutti i principali servizi. Al momento si possono fare prenotazioni per accedere all’ufficio Tributi, all’Ufficio URP per lo SPID e all’Ufficio Anagrafe per i cambi di residenza.

Servizi Online Area Demografica.

I servizi attivati consentono il rilascio delle certificazioni anagrafiche, autocertificazioni, l’accesso alle informazioni relative alla scheda anagrafica propria e del nucleo familiare, l’invio di una pratica di cambio di residenza nel Comune.

La certificazione rilasciata è in formato elettronico e, pertanto, priva di qualsiasi costo sia per l’amministrazione che per il cittadino. La stessa certificazione richiesta potrà essere anche trasmessa in formato elettronico (pdf) ad indirizzo mail fornito dal cittadino al momento della formulazione della richiesta, o comunque immediatamente scaricabile. La certificazione emessa è conforme alla normativa e pertanto riportante lo specifico Qrcode da cui è possibile verificare l’autenticità della stessa al link del Ministero : https://web.anpr.interno.it/QRControl/verificaCert.do.

Il cittadino dovrà riportare nell’apposito spazio il numero del contrassegno della marca da bollo da 16 euro precedentemente acquistata e conseguentemente apposta a propria cura e responsabilità sul certificato stampato. Altrimenti dovrà indicare da specifico menù a tendina l’uso della certificazione, se esente da imposta di bollo. Tramite il portale indicato è possibile inoltre, esclusivamente per il diretto interessato, accedere alle informazioni relative alla propria scheda anagrafica ed a quelle dei componenti del proprio nucleo familiare. Il portale consente anche di generare autocertificazioni da produrre agli organi della P.A, e gestori di pubblici servizi.

Il portale consente al cittadino di inviare una pratica di cambio di residenza al Comune e di gestire il successivo procedimento. La pratica viene automaticamente protocollata ed inviata all’Ufficio Anagrafe.

Servizi Online Area Tributi.

Tramite il portale indicato è possibile consultare la propria situazione contributiva IMU per l’anno corrente e per i quattro anni precedenti ed eventualmente stampare i moduli F24 precompilati per il pagamento. Sarà inoltre possibile consultare la propria situazione TASI.

Con riferimento alla TARI, in maniera semplice e intuitiva, seguendo un percorso guidato, il cittadino potrà: verificare la propria situazione contributiva per l’anno corrente e per i quattro anni precedenti, inoltrare una denuncia di iscrizione,  inoltrare una denuncia di cessazione, inoltrare una denuncia di Riduzione. Le pratiche inoltrate tramite il portale saranno automaticamente protocollate ed inviate all’ufficio Tributi. Il cittadino tramite portale potrà seguire lo stato di avanzamento della pratica.

I grandi idoli del Lecce

gli idoli del lecce

Il calcio in Puglia è senza dubbio lo sport più seguito, a qualsiasi livello. Dai campi sterrati di periferia a quelli del calcio professionistico, in una delle regioni più importanti del Sud Italia il pallone l’ha sempre fatta da padrone, e continua a farlo nonostante per il momento nessuna squadra di questa zona giochi in Serie A, la massima competizione nazionale. C’è stato un momento, tuttavia, nel quale il Lecce ha ottenuto grandi risultati nel palcoscenico più importante, e soprattutto grazie a grandi giocatori che si sono immedesimati tantissimo con la sua maglia. Il primo tra questi è Ernesto Javier Chevanton, un uruguaiano arrivato in Salento nell’estate del 2001 per cominciare un percorso che l’avrebbe portato a essere parte integrante del club e ad allacciare un vincolo ancora oggi assoluto, come si può verificare in questo articolo che segue https://www.pianetaserieb.it/.

Il sudamericano classe 1980 giocò tre stagioni consecutive con la squadra giallorossa, due in Serie A e una in Serie B, e dal 2001 al 2004 fu uno dei più grandi bomber del campionato. Indimenticabile resterà la stagione 2003-04 in A, quando il nativo di Juan Lacaze segnò ben 19 reti nella massima serie e trascinò la squadra allora allenata da Delio Rossi a un ottimo decimo posto. Parliamo di un grandissimo risultato per i salentini, che oggi se la giocano con molte altre squadre nell’ambito della lotta alla promozione secondo le quote delle scommesse più aggiornate come possiamo vedere di seguito https://www.planetwin365.it/. Chevanton, dal canto suo, sarebbe poi emigrato verso altri lidi prima di tornare due volte al Via del Mare, l’ultima delle quali nella stagione 2012-13 in prima divisione di Lega Pro. Abilissimo tecnicamente e molto dotato nelle acrobazie, l’uruguaiano sarà sempre ricordato per alcuni goal strepitosi, alcuni dei quali realizzati in rovesciata o in situazioni impossibili per la maggior parte degli altri calciatori. Insieme a lui sarebbe poi arrivato un altro uruguaiano ancora oggi nel cuore dei tifosi salentini. Parliamo di Guillermo Giacomazzi, centrocampista col vizio del goal che avrebbe giocato in totale undici stagioni con il Lecce, squadra con la quale vinse il campionato di Serie B 2009-10 e della quale è il secondo giocatore di sempre per presenze con 316 partite giocate in giallorosso.

Salentino DOC, Fabrizio Miccoli avrebbe invece coronato il sogno di vestire la maglia del Lecce solamente a fine carriera, quando dopo aver giocato in grandi squadre come Juventus, Fiorentina, Benfica e Palermo, avrebbe firmato con la squadra per la quale aveva sempre tifato nel gennaio del 2014, come ben spiegato di seguito https://www.leccenews24.it/. In quel momento si realizzò l’avvicendamento proprio tra Chevanton e Miccoli, il quale sarebbe diventato subito capitano del Lecce e avrebbe segnato 17 reti in 44 partite. Nato a Nardò, a pochi km dal capoluogo, il piccolo fantasista che aveva fatto grandi cose in Serie A avrebbe deciso di scendere di categoria solamente per amore della maglia giallorossa, dimostrando un grande attaccamento e di essere un tifoso verace del Lecce.

Scontro sulla provinciale: due i feriti

Scontro sulla provinciale: due i feriti, dopo l’incidente avvenuto nel primo pomeriggio di oggi tra Ostuni e Francavilla Fontana.

Al Perrino per accertamenti un giovane di 21 anni ed un 74enne. Nessuna delle persone coinvolte è in pericolo di vita. I rilievi del sinistro sono stati avviati dalla Polizia Locale di Ostuni. Forze dell’ordine, coordinate dal comandante Antonio Orefice, che hanno dovuto anche svolgere servizio di viabilità lungo la provinciale.

Si tratta di un punto dove insiste una serie di pericoli: gli investigatori, così, hanno dovuto mettere in sicurezza l’area dell’incidente e le ulteriori situazioni di rischio per gli automobilisti in transito.

In particolare lo scontro è avvenuto a poche centinaia di metri dall’incrocio principale che veicola i mezzi verso i comuni di San Michele Salentino, Francavilla Fontana e Ceglie Messapica.
Il traffico è tornato regolare intorno alle 16, dopo la rimozione dei veicoli e le operazioni di pulizia della carreggiata. Fondamentale per ricostruire l’accaduto saranno le testimonianze dei due feriti.

Una provinciale, quella che collega Ostuni a Francavilla Fontana, che già in passato, è stata caratterizzata da incidenti, talvolta anche mortali, a causa di una serie di curve e di accessi secondari che confluiscono direttamente sulla strada principale.

Si è spento Dino Montanaro uno tra i fondatori del Villaggio SOS di Ostuni

La città di Ostuni piange la scomparsa di Dino Montanaro, tra i fondatori del villaggio Sos.

Una presenza costante nel mondo del volontariato e della società civile per il docente ostunese. Un impegno quasi quotidiano nelle varie attività per le quali era impegnato. Per oltre 10 anni è stato anche direttore del Villaggio Sos.

Una vita spesa nel mondo cattolico, anche attraverso almeno altre due associazioni che hanno sempre beneficiato del suo impegno e contributo diretto: il Movimento per la Vita e la conferenza di S. Vincenzo de Paoli.

Alla famiglia del professore Montanaro, così come era conosciuto da tutti, nelle scorse ore sono giunti messaggi di cordoglio da parte delle istituzioni politiche cittadine, tra cui il sindaco Guglielmo Cavallo

Sorgerà in contrada Mogale ad Ostuni il nuovo resort di lusso di Four Seasons

Four Seasons Costa Ostunese
Costa Ostunese

L’esclusiva location offre agli ospiti un inedito affaccio sul mare Adriatico, accesso diretto alla spiaggia, e, grazie alla posizione strategica, la possibilità di muoversi facilmente nei dintorni alla scoperta del Salento e di città storiche come Ostuni.

Four Seasons Hotels and Resorts e Omnam Group annunciano in una nota congiunta un nuovissimo resort in Puglia in un’incontaminata proprietà fronte mare, il nuovo hotel conta 150 tra camere e suite. Il resort sorgerà sulla costa ostunese in contrada Mogale, tra Villanova-Camerini e Gorgognolo.

L’esclusiva location offre agli ospiti un inedito affaccio sul mare Adriatico, accesso diretto alla spiaggia, e, grazie alla posizione strategica, la possibilità di muoversi facilmente nei dintorni alla scoperta del Salento e di città storiche come Ostuni.

John Davison, President e CEO di Four Seasons Hotels and Resorts, afferma entusiasta: «Mentre cresciamo come brand, il nostro obiettivo è quello di aprire alberghi nelle migliori destinazioni del mondo e in mercati dove possiamo portare la nostra esperienza di lusso di alto livello. La Puglia rappresenta il raggiungimento di questo duplice obiettivo. Questo progetto, grazie alla sinergia con la Omnam Investment Group di David Zisser, è perfetto per rafforzare ed espandere la nostra presenza in Italia, un mercato per noi cruciale. Non vediamo l’ora di fissare nuovi standard di ospitalità in questa bellissima regione, creando opportunità sorprendenti per i nostri ospiti nello scoprire con Four Seasons questa meravigliosa destinazione».

«Abbiamo acquisito il terreno alla fine del 2020, insieme al nostro partner di fiducia: IAC Investments guidata da Adam Hudaly. Siamo sempre alla ricerca di opportunità che ci permettano di creare qualcosa di unico e inaspettato per ogni progetto e siamo molto entusiasti dell’opportunità di concretizzare la nostra missione con un marchio iconico come Four Seasons»’ afferma David Zisser, Founder e CEO di Omnam Group.

«Sempre più viaggiatori desiderano scoprire la Puglia, e non vediamo l’ora di presentare la miglior offerta di lusso del territorio, non solo attraverso un design unico ed esperienze d’elezione, ma anche attraverso l’esclusivo servizio per il quale Four Seasons è conosciuto in tutto il mondo».

Situato a soli 40 minuti di auto da destinazioni come Ostuni, Alberobello e Monopoli, il prossimo Four Seasons in Puglia è uno dei pochi resort della regione con accesso diretto alla spiaggia. Le camere e suite sono situate in unità che ricordano vere e proprie ville private, tutte affacciate sul mare, progettate da HKS Architects, premiato studio di design internazionale che ha già lavorato con Four Seasons su progetti alle Bahamas, a Tunisi e in Egitto, mentre gli interni sono curati da ODA Architecture.

Il resort include sei ristoranti e bar, tra cui un ristorante fruibile tutto il giorno, un ristorante di tipica cucina locale, un bar & grill accanto alla piscina, un lobby lounge bar, un signature bar e un beach club. Il resort offre anche ampi spazi per riunioni ed eventi, tra cui una sala da ballo e sale riunioni più piccole in un edificio separato, nonché diversi spazi per eventi all’aperto.Il centro benessere include un centro fitness, 10 sale trattamenti, hammam, sauna, piscina e un centro yoga.

Il resort si trova a 40 chilometri dall’aeroporto internazionale di Brindisi e a 95 chilometri dall’aeroporto internazionale di Bari; entrambe le destinazioni sono naturalmente raggiungibili anche via treno. Il nuovo resort di Four Seasons in Puglia si unisce alla collezione delle 3 proprietà Four Seasons in Italia che include Four Seasons Hotel Firenze, Four Seasons Hotel Milano, e San Domenico Palace, Taormina, A Four Seasons Hotel in apertura nell’estate 2021.

Omnam Group – Omnam è un investitore e sviluppatore immobiliare di livello globale, famoso per la sua visione incisiva nel trovare e sviluppare beni immobiliari iconici. La competenza principale di Omnam risiede in hotel di medie e grandi dimensioni, aparthotel, sviluppi residenziali e ad uso doppio in Europa; il suo portfolio comprende progetti in Olanda, Belgio, Francia e Italia.

Recentemente ha acquisito un complesso immobiliare storico in Toscana, alle porte di Firenze Four Seasons Hotels and Resorts – Fondato nel 1960, il gruppo Four Seasons continua a definire il futuro dell’ospitalità di alto livello, con un’immaginazione straordinaria e un costante impegno verso l’offerta dei più alti standard in termini di qualità e di servizio, altamente personalizzato. Four Seasons attualmente gestisce 119 hotel e resort e 45 residenze private in 48 Paesi, comprendendo più di 50 progetti attualmente in corso di realizzazione.

Donna Sophia vince il “Nastro di Platino” con “La vita davanti a sè”

Il film girato anche nella Città Bianca. La protagonista Sophia Loren è stata diretta dal figlio Marco Ponti.

Nell’attesa di una possibile nomination agli Oscar, anche se la candidatura al Golden Globe 2021 che in genere precede la statuetta non è arrivata a lei ma solo al film “La vita davanti a sè”, Sophia Loren vince il Nastro di Platino ideato proprio per la diva partenopea e che resterà unico nella storia dei Giornalisti Cinematografici.

Il riconoscimento per la 75esima edizione dei Nastri va alla Loren per la sua interpretazione nel La vita davanti a sé (The life ahead) diretto da figlio, Edoardo Ponti. L’annuncio dei Nastri d’Argento alla vigilia della serata finale dei Golden Globes 2021, domenica notte a Los Angeles: La vita davanti a sé è candidato come miglior film in lingua straniera e per la migliore canzone originale Io sì/Seen, interpretata da Laura Pausini, nata dalla collaborazione tra la Pausini, Diane Warren e Niccolò Agliardi.

“Nella sua emozionante interpretazione un messaggio d’amore universale”, commentano dall’Sngci – Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani che realizza i premi. L’attrice ringrazia: “È un onore riceverlo per un personaggio e un film che mi sono entrati nel cuore”.

Gioco online: non solo intrattenimento. Tante opportunità lavorative nell’indotto

gioco online

Il gioco online rappresenta uno dei settori più in crescita fra quelli legati al digitale. Ciò che arriva all’utenza finale sono applicazioni e piattaforme interattive su cui è possibile giocare 24 ore su 24, con grafiche accattivanti e servizi clienti sempre cordiali e disponibili. Difatti è proprio ciò che c’è “dietro” il mondo del gioco online a rappresentare una risorsa economica importante, in quanto il settore richiede diverse figure professionali.

Sviluppatori, grafici, ingegneri informatici. Un esercito di menti creative

Che si tratti di giochi manageriali, di ruolo, o di giochi da casinò, ciò che colpisce sono due cose: fluidità e grafica. Le due cose vanno di pari passo e permettono all’utente un’esperienza efficiente e divertente. Le novità, i colori e la giocabili sono sempre rinnovate: molte delle nuove slot online sono spesso ispirate a eroi dei fumetti o a pellicole cinematografiche; mentre nei videogiochi di calcio le informazioni sui trasferimenti dei calciatori vengono aggiornate in tempo reale. Ebbene, tutti i software necessari per far funzionare questi giochi e applicazioni, così come per rendere l’intrattenimento finale unico e rilassante, nascono dalla mente di programmatori, sviluppatori e ingegneri informatici. Sono questi altri ruoli trasformati e amplificati dall’ascesa del digitale: sia con contratti di natura freelance sia assunti direttamente, le aziende produttrici di software per giochi e applicazioni sono sempre a “caccia” di queste risorse.

I croupier: i casinò live in streaming

Cosa sarebbe un casinò senza un croupier a far da garante e da scena alle nostre giocate? Da quando esiste lo streaming dei contenuti multimediali, una diretta che avviene online, quasi tutte le piattaforme di gioco offrono ai giocatori l’esperienza di accedere ai propri passatempi preferiti con un croupier in carne ed ossa. Il lavoro tradizionale del croupier vedeva i propri svantaggi in una vita molto, forse troppo dinamica con ripetuti viaggi. Ora con lo streaming questa mansione può essere svolta da remoto. Non soltanto su navi da crociera o in lussuosi casinò, bensì anche offrendo la propria personalità all’interno di studi di registrazione adibiti per le sessioni di casinò live, un’evoluzione non da poco.

L’assistenza clienti e i traduttori

E dietro ogni prodotto o servizio che si rispetti non può mancare un’assistenza post vendita adeguata. Nasce così l’esigenza sia di automatizzare questo servizio con la creazione di bot che rispondono a domande semplici in maniera automatica, ma anche e soprattutto la nascita di una squadra di supporto clienti formata, professionale e, se possibile, multilingue. Inoltre, i giochi e le applicazioni varcano i confini territoriali in un clic ed è imprescindibile che i videogiochi, o le descrizioni e istruzioni di questi, vengano offerti in diverse lingue. Vien da sé che persone e professionisti aventi livelli dal C1 in poi in diverse lingue potrebbero avere facile accesso a lavori di supporto clienti, che è una parte fondamentale di ogni azienda, soprattutto quando si erogano servizi online e non esiste il contatto diretto con la clientela.

Il gioco non rappresenta soltanto un intrattenimento: voltando la medaglia questo settore è uno dei più fiorenti a livello economico e offre opportunità di lavoro per diverse figure, soprattutto in ambito digitale e umanistico

Vaccino anti Covid, continuano le somministrazioni per il personale scolastico

vaccino anti covid
Healthcare cure concept with a hand in blue medical gloves holding Coronavirus, Covid 19 virus, vaccine vial

Proseguono le vaccinazioni per il personale scolastico in provincia di Brindisi: fino a lunedì saranno circa 2.500 le somministrazioni riservate agli operatori della scuola.

Ne dà notizia il direttore del Servizio di Igiene e Sanità pubblica della Asl, Stefano Termite. Nel fine settimana i docenti e gli altri operatori scolastici saranno vaccinati nel centro del quartiere Bozzano e in altri due punti vaccinali attivi a partire da domani, sabato 27 febbraio: a Brindisi la palestra dell’istituto Leonardo da Vinci (PalaVinci), in via Chimienti, e a San Donaci la scuola primaria di via Machiavelli.

Anche nel Pta di Fasano sabato in programma vaccinazioni per il personale scolastico, mentre nel centro vaccinale di via Frascata, a Oria, le vaccinazioni per gli operatori della scuola sono in calendario lunedì. Accanto a quelle degli operatori scolastici, continuano le vaccinazioni per gli over 80: lunedì nel centro del quartiere Bozzano, a Brindisi, e nel centro vaccinale territoriale di San Pietro Vernotico.

Commissione ispettiva antimafia, ecco le parole dall’area civica – socialista

Comune di Ostuni
Comune di Ostuni

Commissione ispettiva antimafia, ecco le parole dall’area civica – socialista.

L’istituzione di una Commissione Prefettizia finalizzata ad accertare eventuali condizionamenti dell’azione amministrativa da parte di ambienti malavitosi è già di per sé un fatto grave per qualsiasi comunità, il quale va a minare il rapporto di fiducia che dovrebbe legare l’istituzione alla cittadinanza.

Non conosciamo gli elementi che sono alla base di questa decisione, potendone al massimo immaginare qualcuno. Non è mistero, infatti, che nell’ultimo anno e mezzo la nostra città sia stata protagonista di fatti incresciosi, a fronte dei quali più volte abbiamo sollecitato una ferma reazione dell’istituzione comunale quale baluardo di civiltà e legalità. Purtroppo questo non è avvenuto.

La parte politica ha preferito, al contrario, ostentare un’inopportuna tranquillità. Quest’intervento prefettizio, perciò, supplisce all’ignavia di chi ci amministra, arrecando un danno incommensurabile all’immagine ed alla dignità di Ostuni.

Pubblicità
Farmacia Matarrese Ostuni