Buca all’ingresso dell’ospedale, cade un’anziana. Il commento del Movimento 17 Marzo

?


SPONSORIZZATO DAL WEB

Paura per una pensionata della Città Bianca nelle ultime ore: a causa infatti dell’asfalto disconnesso la donna ha perso l’equilibrio terminando a terra.

Buca all’ingresso dell’ospedale, cade un’anziana. Paura per una pensionata della Città Bianca nelle ultime ore: a causa infatti dell’asfalto disconnesso la donna ha perso l’equilibrio terminando a terra. Fortunatamente è stata soccorsa negli stessi istanti, dopo la caduta, non riportando gravi traumi.

L’episodio ha fatto riemergere la problematica circa le condizioni del manto stradale: da più parti si richiede un intervento per l’immediata ripristino per tutelare i pedoni e l’ingresso soprattutto delle autoambulanze. «La situazione è seria, auspichiamo che quanto prima ci possa essere l’intervento degli organi di competenza tanto il comune di Ostuni, quanto l’asl di Brindisi -dichiarano i rappresentanti del Movimento 17 marzo – per garantire la massima sicurezza a chi è costretto a raggiungere l’ospedale sia a piedi, ma anche per agevolare l’ingresso dei mezzi del 118».

Asfalto che si è deteriorato nelle ultime ore per le abbondanti piogge. La lista civica della Città Bianca invita le autorità di competenza anche nel risolvere un’altra problematica emersa per quanto riguarda la viabilità all’interno del plesso ospedaliero. «Riteniamo che sia necessario migliore la segnaletica per raggiungere il reparto di Pneumologia. Più cittadini – concludono gli aderenti al movimento 17 Marzo – ci hanno segnalato le difficoltà nell’individuare il reparto, quello che è rimasto il vero fiore all’occchiello dell’ospedale di Ostuni». Intanto continua l’attesa nella Città Bianca per l’apertura del pronto soccorso, per il quale si attende il completamento dell’allestimento degli arredi

Fonte Nuovo Quotidiano di Puglia

Condividi:
Copyright © OstuniNotizie.it - RIPRODUZIONE RISERVATA | Ultimo aggiornamento venerdì 12 gennaio 2018 alle 9:26


Potrebbe interessarti anche: