Salvatore De Pasquale lascia il movimento “NOI ORA”: “Speranze al capolinea”



Salvatore De Pasquale in una nota esprime il suo allontanamento dal movimento politico Noi Ora che sostiene l’attuale amministrazione Coppola.

Ho atteso un lungo lasso di tempo, al fine di evitare che qualunque soggetto dell’attuale maggioranza potesse accostare il mio pensiero e/o interpretare lo stesso, come una richiesta di visibilità e ancor peggio di “controllo”. Sono stato l’artefice della costituzione del movimento “NOI ORA”, il quale ha partecipato alla scorsa competizione elettorale con un progetto valido, efficace e soprattutto vincente, ma che dopo le votazioni ha perso luce ed intenti, guardando al risultato come una mera “collocazione”.

La mia storia politica ed elettorale la dice lunga per correttezza e lealtà non avendo mai brillato come altri nel salire sul carro dei vincitori con disinvoltura non comune. Ritenevo che nonostante il mancato coinvolgimento in maniera diretta all’attività politica si potesse continuare a contribuire ad una proficua azione, ma così non è stato. Questa maggioranza dopo il voto elettorale si è chiusa in se stessa arroccandosi su sterili idee che con il passare del tempo hanno partorito il NULLA.

La logica dei problemi derivanti dal passato è solo ed unicamente una scusante che ormai i cittadini non apprezzano e giustificano più. In altri termini vi è stato un totale scollamento tra la parte istituzionale nei confronti dei cittadini. Per questo motivo non mi riconosco più in questo progetto politico e ritengo opportuno defilarmi dal movimento “NOI ORA” così pregando , chi ne fa ancora parte, di non accostarmi a tale soggetto politico.

Evito qualunque commento circa la vicenda che ha visto protagonista il neo Presidente del Consiglio Comunale, il quale nelle opportune sedi, dovrà e saprà chiarire la vicenda e, nel caso di veridicità dei fatti contestati dall’opposizione, trarre le dovute conseguenze. Speravo che il movimento Noi Ora, fosse un importante costola di una maggioranza priva di interessi politici e soprattutto istituzionali, ma aimè registro che così non è stato .

Copyright © OstuniNotizie.it - RIPRODUZIONE RISERVATA | Ultimo aggiornamento sabato 2 dicembre 2017 alle 9:30


Potrebbe interessarti anche: