Terza vittoria consecutiva per l’Ostuni che ferma la striscia vincente del Brindisi e lo scavalca accomodandosi in seconda posizione.

Nell’Ostuni il centrocampista Sanna è in dubbio fino all’ultimo minuto per un problema muscolare. Poi la decisione di farlo giocare risulta essere quella giusta anche per l’apporto del centrocampista ostunese alla vittoria gialloblù. Brindisi in campo con la formazione annunciata con Tedesco  Scarcella a supporto di Iunco.

Rivedi qui il match https://www.facebook.com/ostuninotizieofficial/videos/1121631417971777/

Ecco il Video Servizio con i goal e le azioni salienti. A cura di Francesco Pecere

All’8’ i padroni di casa protestano per un intervento in area di Digiorgio su Colluto. Sempre all’8’ sul fronte opposto Scarcella ci prova con un pallonetto, ma Loscalzo è attento. Al 12’ Gennari ci prova su punizione, ma la sfera termina di un soffio alta sulla traversa.

Al 16’ la svolta della gara: Iaia entra duro su Pace e viene espulso dal direttore di gara. Con un uomo in meno Rufini cerca di trovare il giusto equilibrio. Al 19’ ospiti vicini al vantaggio con un colpo di testa di Digiorgio su azione d’angolo che termina a lato di un soffio. Al 22’ sono gli ospiti a protestare per un contatto al limite dell’area tra Narracci e Tedesco, ma anche questa volta il direttore di gara lascia correre.

Al 29’ l’occasione buona capita tra i piedi di Iunco che da ottima posizione calcia a lato. Al 31’ si vede l’Ostuni con una ripartenza di Gennari la cui conclusione è deviata in angolo da Quartulli. Sul corner Petruzzella conferma le sue doti di saltatore e di testa infila la porta brindisina. 1-0. Gli ospiti non demordono e al 36’ ritrovano il pari. Procida, dopo un intervento dubbio su Colluto, entra in area di rigore e va giù dopo un contatto con Narracci. Per l’arbitro è rigore che Scarcella trasforma. 1-1. Mister Rufini inserisce Vantaggiato al posto di Iunco per dare maggiore equilibrio al reparto arretrato. Le migliori occasioni sono però dei padroni di casa. Al 7’ Colluto da ottima posizione calcia alto. Al 20’ Pace dalla distanza sfiora la traversa.

Al 22’ Quartulli non trattiene la conclusione dalla distanza di Sanna e sul corner seguente Danese sfrutta la sponda di Petruzzella e sigla il 2-1. Il Brindisi è in difficoltà ed al 34’ alza bandiera bianca. Danese viene spinto alle spalle in area. Per l’arbitro è rigore trasformato da Gennari. 3-1. Il finale serve solo a celebrare l’ottimo momento dell’Ostuni che costringe alla prima sconfitta stagionale un Brindisi apparso nervoso e poco pericoloso.

INTERVISTE POST GARA

– Stati d’animo equilibrati nella sala stampa del Comunale di Ostuni al termine del derby. Non si esaltano i padroni di casa che conquistano la terza vittoria consecutiva, non si deprimono gli ospiti che recriminano per aver giocato 75’ in inferiorità numerica.

“Sicuramente l’espulsione ha cambiato la partita” ammette il tecnico dell’Ostuni, Antonio Ciraci “ma credo che ci siano pochi dubbi sul fatto che il fallo fosse da cartellino rosso. Credo sia giusto dare i giusti meriti anche ai nostri avversari che in campo erano messi davvero bene; credo che nel secondo tempo abbiamo giocato nella maniera giusta, mettendo il pallone a terra ed aspettando il momento giusto”.

Sul fronte brindisino mister Rufini la vede in maniera diversa almeno sull’espulsione. “Un intervento non proprio legittimo, ma non da espulsione” dice il tecnico del Brindisi “e comunque credo che ci siamo riorganizzati e abbiamo provato a vincerla anche in dieci. Sul piano tattico abbiamo preso gol su calci d’angolo ed un calcio di rigore. Su questo sono arrabbiato anche perché sapevamo che l’Ostuni è una squadra particolarmente prolifica sui calci piazzati, ci eravamo preparati, ma non è servito. Non ho nulla da rimproverare ai ragazzi sul piano dell’atteggiamento che prima e dopo l’espulsione è stato quello giusto”.

Ostuni 1945: Loscalzo, Regnani (33’ s.t. Murciano), Narracci, Pace, Danese, Forbes, Merico (20’ s.t. Gaeta), Sanna, Petruzzella (33’ s.t. Schiavone), Gennari (40’ s.t. Marasciulo), Collutto. A disp.: Magazzino, Andriani, Zantolini. All. Ciraci.

Asd Brindisi: Quartulli, Boulam, A. De Fazio, Cordisco, Bassi (25’ s.t. G. De Fazio), Digiorgio, Procida (46’ s.t. Calabrese), Iaia, Iunco (dal 1’ s.t. Vantaggiato), Scarcella, Tedesco (18’ s.t. Scarciglia). A disp.: Contestabile, Morleo. All. Rufini.

Arbitro: Grosso di Bari.

Marcatori: 31’ p.t. Petruzzella, 36’ p.t. Scarcella su rig., 28’ s.t. Danese, 34’ s.t. Gennari su rig.

Note: Giornata soleggiata. Spettatori circa 500 con larga rappresentanza ospite. Angoli 4-3 per il Brindisi. Espulso Iaia al 16’ p.t. per condotta antisportiva.

 

Ultimo aggiornamento lunedì 2 ottobre 2017 alle 16:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche...