La Pallavolo 2000 Ostuni ufficializza con orgoglio e reciproco piacere la seconda conferma per la stagione 2017-18: anche per il prossimo Campionato di Serie B, la cabina di regia è affidata al palleggio di Mino Balestra.

Per il secondo anno consecutivo dunque sarà ancora l’atleta di Francavilla Fontana, classe ’88, a gestire e mixare al meglio il potenziale a disposizione della prima squadra ostunese. Dopo i rinnovi dei mister Viva e Bianchi in panchina e di Taurisano in campo, ecco dunque un altro tassello che nel segno della continuità va ad aggiungersi al gruppo della Città bianca. Per un ruolo tanto delicato quanto importante, era fondamentale assicurarsi le prestazioni di un esperto in materia, e Balestra, forte di una carriera spesa su campi di B e C tra i quali Martina, Putignano, Fasano, Torricella, Locorotondo, Alberobello, Gela, Torre, Talsano, al primo anno in gialloblu con la numero uno sulle spalle ha mostrato di avere tutte le carte in regola per continuare a recitare un ruolo da protagonista.

«Alla richiesta di rinnovo da parte del Ds Gualtieri, non potevo che rispondere positivamente. La stagione appena passata è stata ricca di soddisfazioni e sono contento di rientrare ancora una volta a far parte della rosa ostunese. Sapevamo che il campionato sarebbe stato difficile ma il lavoro certosino dei mister Viva e Bianchi ha reso tutto più facile. A riprova di ciò, farsi due conti non è poi cosi difficile, abbiamo perso solo con le tre big che si sono piazzate su di noi in classifica, a parte poi lo sgambetto a Potenza nelle ultime gare, che comunque ci sta tutto, è impossibile o quasi non avere un calo di concentrazione dopo una stagione del genere. Inutile nascondere che sarà molto difficile fare il bis, dalle voci che si rincorrono pare che molte società stiano formando roster di tutto rispetto, ma sono sicuro che anche la nostra società farà il possibile per lasciare invariato il livello tecnico-qualitativo dello scorso anno».

Le difficoltà non spaventano chi ha nella sfida e nella voglia di misurarsi e di migliorarsi il proprio pane quotidiano. Da questo punto di vista “il conte”, come viene soprannominato da amici e tifosi, ha le idee chiarissime: «Sono molto gasato, forse più dell’anno scorso, proprio perché ci sarà da lottare per mantenere alta l’asticella che perentoriamente abbiamo innalzato nella stagione passata».

 

Ultimo aggiornamento giovedì 13 luglio 2017 alle 16:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO