Sulla rigenerazione urbana interviene l’associazione “Obiettivo Comune”

Il tema della Rigenerazione Urbana continua giustamente ad interessare la discussione politica ostunese. In particolare si sono succedute alcune dichiarazioni circa l’individuazione degli interventi e delle aree da inserire nel Documento di Programmazione della Rigenerazione Urbana. Noi riteniamo prioritario indicare il metodo delle scelte che non può evitare un percorso di partecipazione e di trasparenza.  La partecipazione, non meramente formale ma sostanziale, è prevista proprio dal bando sulla Rigenerazione Urbana e ignorare questo necessario passaggio potrebbe comportare la mancata ammissione e la conseguente perdita di finanziamenti.

Gli organismi di partecipazione, sono stati rilanciati in Ostuni dalla prima giunta Coppola, proprio per coinvolgere i cittadini nei procedimenti decisionali e gestionali dell’Amministrazione, secondo un principio che è ormai affermato nei moderni modelli di governance. Su temi che riguardano la trasformazione di parti di tessuto urbano degradato o, meglio, anche su parti di territorio costiero già edificato, non si possono ignorare i suggerimenti che potrebbero emergere da una diffusa e documentata discussione del tema.

Non riteniamo possibile che si possano inserire terreni agricoli in un processo così complesso e di interesse pubblico come quello della Rigenerazione Urbana, magari per soddisfare possibili progetti imprenditoriali, come adombrato nel dibattito che ci ha preceduto.  La parte nuova della Città, il centro storico e la marina con parti di costa edificata, suggeriscono innumerevoli spunti di rigenerazione. Infatti, rigenerare non deve implicare il consumo di terreni agricoli, ma la trasformazione in meglio di quelle parti di territorio edificato che presentano uno stato di degrado edilizio e sociale.

Auspichiamo pertanto un dibattito pubblico perché si arrivi a scelte condivise e non frutto del pensiero dei pochi tecnici e politici che hanno potuto dire la loro nella fase preparatoria. La nostra Associazione, sin dalla sua nascita, si prefigge il perseguimento dell’interesse comune e, per questa ragione, si rende disponibile a fornire un contributo costruttivo per la redazione del Piano della Rigenerazione Urbana.

Ultimo aggiornamento sabato 8 luglio 2017 alle 18:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO