Intervento degli agenti del commissariato di Ostuni nella località costiera su segnalazione di alcuni villeggianti: agli arresti domiciliari Mohamed Zitouni, 45 anni, nato a Firenze, accusato di spaccio dopo la scoperta di 25 grammi di hashish

Una “pietra” di hashish nel comodino della camera da letto di una villetta di Diana Marina, località di vacanza ostunese: con l’accusa di spaccio di droga è stato arrestato Mohamed Zitouni, 45 anni, originario di Firenze. In attesa della convalida resta ai domiciliari, in seguito all’intervento dei poliziotti del commissariato della Città Bianca, intervenuti su segnalazione di alcuni vileggianti: lamentavano un via vai di persone nei pressi di una delle costruzioni del villaggio e per questo nella giornata di ieri hanno richiesto l’intervento degli agenti.

I poliziotti riuscivano ad rintracciare e successivamente ad identificare tre individui, di cui una donna, che corrispondevano alla segnalazione. Sottoposti a perquisizione personale sul posto e a controllo attraverso la banca dati delle forze dell’ordine, si accertava  che a carico dei tre sussistevano numerosi trascorsi di polizia per reati connessi alla detenzione di droga ai fini di spaccio, ma anche contro il patrimonio, quali furti, rapine e possesso di arnesi atti allo scasso.

All’interno della villetta presa in affitto, i poliziotti hanno trovato 25 grammi di hashish. Da qui l’arresto in flagranza di reato, previa comunicazione al pubblico ministero di turno, Francesco Carluccio. In occasione dello stesso controllo sono state segnalate al prefetto di Brindisi due persone per uso di cocaina.

 

Ultimo aggiornamento giovedì 13 luglio 2017 alle 16:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche...