Chiude per ferie la biglietteria della stazione ferroviaria ad Ostuni, Zizza: “Assurdo, l’interruzione del servizio crea disagi e danneggia l’immagine di città turistica”.

La stazione biglietteria della stazione di Ostuni va in ferie dal 2 al 20 agosto, in piena estate ed in una città che vive di turismo. Non sono poche le polemiche e i disagi che stanno caratterizzando l’ultimo periodo nella Città Bianca. Sull’argomento è intervenuto il senatore Zizza.

“La biglietteria della stazione ferroviaria di Ostuni chiude per ferie e lascia a terra i passeggeri” così il senatore di Direzione Italia, Vittorio Zizza, interviene sul provvedimento assunto da Ferrovie Italiane di chiudere dal 2 al 20 agosto il servizio biglietteria ed informazioni.

“E’ assurdo che in un periodo come questo in cui c’è un grande afflusso di turisti si decida di interrompere un servizio così importante- dice Zizza- Sebbene all’interno della stazione ferroviaria ci sia la macchinetta automatica non è detto che tutti siano in grado di usarla”.

L’interruzione del servizio, quindi, rischia di lasciare a terra i tanti passeggeri che transitano per la Città Bianca, in particolare i turisti. La stazione ferroviaria di Ostuni è uno snodo importante per il territorio e per i paesi limitrofi, come Cisternino, Ceglie Messapica, Carovigno, tutto il territorio a nord della provincia brindisina.

“Penso agli innumerevoli disagi- conclude Zizza- ma anche al danno di immagine per l’intero territorio che vive di turismo ed è ad oggi una delle mete più ambite. Andrò in fondo a questa vicenda chiedendo spiegazione alle Ferrovie Italiane, interverrò con la dirigenza perché non si possono creare simili disagi sol perchè non si è riusciti a programmare anzi tempo le ferie dei dipendenti”.

Ultimo aggiornamento sabato 12 agosto 2017 alle 17:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche...