Ostuni. Ludopatia, alcol e aggressione ai genitori: la polizia lo arresta



SPONSORIZZATO DAL WEB

E’ finita, per ora, con l’arresto di un uomo di 37 anni una travagliata vicenda familiare, segnata dalla devastazione che comportano il gioco d’azzardo e la dipendenza dai videopoker.

Lui vittima della ludopatia e dell’alcol, e a sua volta persecutore degli anziani genitori: è finita, per ora, con l’arresto di un uomo di 37 anni una travagliata vicenda familiare, segnata dalla devastazione che comportano il gioco d’azzardo e la dipendenza dai videopoker. Sono stati gli uomini del commissariato di Ostuni ad ammanettare il protagonista della vicenda, al termine di un difficoltoso intervento nel centro storico della città, sulla base di una richiesta giunta alla sala operativa.

La scena di violenza che si è presentata agli agenti giunti sul posto era solo l’ultimo episodio di una catena di soprusi ai danni dell’anziana coppia: il 37enne, a stento trattenuto dal fratello e malgrado la presenza dei poliziotti appena arrivati, ha cercato anche di scagliare contro il padre e la madre un tavolo, dopo aver messo a soqquadro la casa, minacciando di morte i genitori dai quali pretendeva, ancora una volta, denaro da consumare in qualche sala giochi o in qualche bar.

Non è stato facile avere ragione del soggetto, data la sua stazza, ma alla fine l’uomo è stato caricato su una volante e condotto in commissariato, dove poi sono stati ascoltati anche gli anziani genitori, i quali hanno ricostruito il lungo periodo trascorso come un incubo, tra violenze continue e richieste giornaliere di soldi. Dopo una consultazione con il pm di turno, Simona Rizzo, e all’esito delle rapide indagini condotte, si è proceduto infine con l’arresto del 37enne ostunese, rinchiuso nel carcere di via Appia in attesa delle determinazioni del giudice delle indagini preliminari.

Condividi:
Copyright © OstuniNotizie.it - RIPRODUZIONE RISERVATA | Ultimo aggiornamento martedì 9 gennaio 2018 alle 12:15


Potrebbe interessarti anche: