La polizia lo arresta per evasione dai domiciliari.



Francesco Cirasino, 34 anni, di Ostuni, è accusato di evasione, dopo essere stato trovato nei pressi dell’abitazione della madre dagli agenti del commissariato della Città Bianca.

Era ai domiciliari per tentata estorsione e aveva telefonato in commissariato per avvisare che si sarebbe allontanato giusto il tempo di andare dal suo medico curante. Ma lo studio era chiuso e di quell’appuntamento il professionista non sapeva niente: Francesco Cirasino, 34 anni, di Ostuni, è accusato di evasione, dopo essere stato trovato nei pressi dell’abitazione della madre dagli agenti del commissariato della Città Bianca.

Come disposto dal pm di turno presso la Procura della Repubblica di Brindisi,Manuela Pellerino, dopo le formalità di rito, veniva associato presso la sua abitazione in regime di arresti domiciliari. L’arresto, poi convalidato dal gip del Triububale, è avvenuto nella giornata del 27 novembre. Alle  09.05, Cirasino aveva contattato il commissariato riferendo che sarebbe uscito per recarsi dal suo medico curante. Il  personale della Squadra Volanteha accertato che lo studio era chiuso. Alle 12.23,  nuovo controllo presso l’abitazione, ma Cirasino non era a casa.

Gli accertamenti sono proseguiti contattando telefonicamente il medico curante, il quale riferiva di non aver avuto contatti con l’odierno arrestato. Cirasino è stato trovato e fermato nei pressi dell’abitazione della madre. Nei suoi confronti  sarà presentata al giudice che lo ha in carico per il procedimento penale per la tentata estorsione aggravata, una richiesta di sostituzione della misura degli arresti domiciliari con quella carceraria, date le riscontrate violazioni.

 

Copyright © OstuniNotizie.it - RIPRODUZIONE RISERVATA | Ultimo aggiornamento sabato 2 dicembre 2017 alle 9:31


Potrebbe interessarti anche: