Impianto al Pilone. L’amministrazione comunale interviene e precisa tutti gli aspetti

OSTUNI, 30 ottobre 2017 8:21

Sulla realizzazione dell’impianto di sollevamento al Pilone, dopo le parole dell’ex primo cittadino di Ostuni Tanzarella, questa mattina è intervenuta l’amministrazione.

L’uscita dell’avv. Domenico Tanzarella su quella che è stata definita la “querelle” tra l’attuale amministrazione comunale ostunese e l’AQP sembra più un estremo disperato tentativo di “coprire le posizioni” da parte della sua amministrazione all’epoca dei fatti, vera responsabile dello scempio in corso di realizzazione in quel della località Torre San Leonardo, piuttosto che una critica seria, concreta e sostanziale al l’operato dell’attuale amministrazione COPPOLA. Già, perché l’amministrazione Tanzarella del 2012 (e seguente) è da considerare la vera responsabile della scelta scellerata del sito nel quale oggi sono in corso di realizzazione i lavori per la realizzazione dell’impianto di sollevamento che consentirà di completare l’opera idraulica necessaria per migliorare la tutela dell’ambiente (soprattutto marino) attraverso una gestione dei reflui fognari prodotti dalle località costiere in questione più consona ai parametri di civiltà attesi.

E la ragione è tutta racchiusa nella concessione di pareri sull’opera in progetto tutti sempre favorevoli proprio sulla configurazione attuale. E tale responsabilità consiste proprio nella mancata attenzione che una tale proposta meritava. Perché l’analisi del progetto effettuata dagli uffici sotto quell’amministrazione Tanzarella non si è posto il problema di verificare e/o di chiedersi se non vi fosse una soluzione alternativa equivalente, invece, di confermare supinamente la scelta presentata dall’AQP? A questa domanda dovrebbe essere chiamato a rispondere l’avv. Tanzarella, piuttosto che dimenarsi per difendere strenuamente il proprio operato attaccando i contapposti amministratori senza valenza. Troppo facile creare un problema è poi sindacare sul l’operato di chi cerca di trovare una soluzione a quello stesso problema. Sarebbe stato molto meglio e sicuramente più produttivo, anche in termini di tempo, non avere il problema!

Quanto poi all’affermazione in merito alla difesa, da parte dell’amministrazione COPPOLA, di interessi privati piuttosto che della collettività, dico che tale affermazione è la dimostrazione materiale dell’assenza totale di senno da parte dell’affermatore. Già, perché quei privati a cui l’ex sindaco faceva riferimento nella sua considerazione corrispondono esattamente alla quota parte della richiamata collettività i cui interessi andrebbero difesi, essendo proprio costoro i principali soggetti a favore dei quali l’opera è stata ideata! Dunque, l’amministrazione COPPOLA non sta facendo altro che quello che l’avv. Domenico Tanzarella chiede che venga fatto! Infine, probabilmente, alla fine della cosiddetta “querelle” in corso, magari potrebbero emergere situazioni tali da richiedere automaticamente l’intervento della Corte dei Conti e, chissà, della magistratura, qualora dovessero emergere fatti dai quali risulti che effettivamente esisteva un’alternativa valida al progetto approvato ed appaltato dell’AQP.

A tal proposito, la considerazione dell’ex sindaco sulla paventata richiesta d’interessamento degli organi di controllo della pubblica amministrazione, appare, invece, più come una minaccia all’AQP di non creare le condizioni per il decadimento dei presupposti autorizzativi originari proprio per evitare una simile irruzione in campo da parte dei predetti organi. Ecco dov’è racchiuso l’interesse dell’avv. Tanzarella a tutelare gli sventolati interessi della collettività. Noi, invece, siamo convinti, e non siamo da soli nell’ambito dell’iniziativa ministeriale in corso, per la quale ringraziamo, invece, i parlamentari che l’hanno promossa e consentita, che il lavoro che stiamo svolgendo non solo è a titolo della salvaguardia degli interessi della collettività, ma la soluzione può essere così vicina da garantire anche il rispetto dei tempi di esecuzione e del buon fine del finanziamento erogato.
Chi ha voglia ed interesse a combattere su questa vicenda sa bene dove trovarci.

Comunicato stampa centrodestra Ostuni 

Copyright © OstuniNotizie.it - RIPRODUZIONE RISERVATA | Ultimo aggiornamento lunedì 30 ottobre 2017 alle 10:11


CONDIVIDI
Potrebbe interessarti anche: